Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Senato, il M5s ripresenta una proposta per sopprimere i vitalizi dei senatori condannati

senato m5s 09 giugno 2014

ROMA (Public Policy) - "Facendo seguito alle parole del presidente del Senato e coerentemente con quanto già presentato dal Movimento 5 stelle la scorsa settimana durante la discussione del dl Irpef (e bocciato da Pd-Forza Italia) ho avanzato al consiglio di presidenza del Senato una proposta di deliberazione, concernente la soppressione dei vitalizi ai senatori condannati in via definitiva per reati di particolare gravità sociale". Lo rende noto il questore del Senato, esponente del Movimento 5 stelle, Laura Bottici.

LA PROPOSTA DI DELIBERAZIONE "Non possono essere erogati assegni vitalizi a favore dei Senatori cessati dal mandato:
- che hanno riportato condanne definitive a pene superiori a due anni di reclusione per i delitti, consumati o tentati, previsti dall'articolo 51, commi 3-bis e 3-quater;
- che hanno riportato condanne definitive a pene superiori a due anni di reclusione per i delitti, consumati o tentati, previsti nel libro II, titolo II, capo I, del codice penale;
- che hanno riportato condanne definitive a pene superiori a due anni di reclusione, per delitti non colposi, consumati o tentati, per i quali sia prevista la pena della reclusione non inferiore nel massimo a quattro anni, determinata ai sensi dell'articolo 278 del codice di procedura penale.

Non possono, altresì, essere erogati assegni vitalizi di reversibilità nei confronti dei familiari dei soggetti indicati dal comma precedente". (Public Policy)

GAV

© Riproduzione riservata