Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

SENATO, RINVIATO VOTO SU ACCORDO ITALIA-AFGHANISTAN: MANCA IL NUMERO LEGALE

dl missioni, in aula alla camera continua il voto sugli emendamenti 25 ottobre 2012

(Public Policy) - Roma, 25 ott - Nel giorno in cui è morto
un militare italiano (più quattri feriti e un soldato afgano morto)
dopo uno scontro a fuoco con insorti nella provincia
di Farah, al Senato manca il numero legale per il voto di
"Ratifica ed esecuzione dell'Accordo sul partenariato e la
cooperazione di lungo periodo" tra il nostro Paese e la
Repubblica islamica dell'Afghanistan. L'accordo, firmato a
Roma il 26 gennaio 2012, è stato già ratificato dalla Camera
(C.3455).

Una cosa "grave", per il vicepresidente di Palazzo Madama,
Vannino Chiti (Pd): "Nel Paese si sta diffondendo un
sentimento generalizzato contro la politica e contro il
Parlamento: lo considero sbagliato, spesso ingiusto,
potenzialmente anche pericoloso per le istituzioni della
democrazia. Bisogna però dire che comportamenti non attenti,
non adeguati, come quello che stamani ha visto l'assenza del
numero legale, finiscono per incentivare sentimenti di
sfiducia".

Poco prima del rinvio per mancanza del numero legale, era
intervenuto in Aula il sottosegretario agli Esteri, Staffan
De Mistura: "Si tratta di un accordo importante per l'Italia
anche in vista dei nostri impegni futuri, anche perché un
accordo simile è stato già stipulato da Francia, Gran
Bretagna, Stati Uniti, Germania e probabilmente dall'Unione
europea".

A chiedere la verifica del numero legale, dopo che già
erano stati approvati i primi 2 articoli, è stato il
vicepresidente dei senatori della Lega nord, Roberto Mura:
"Anche oggi, in maniera scandalosa, su un provvedimento
importante, su nostra richiesta di verifica si è accertata
la mancanza del numero legale per le numerose assenze tra i
banchi dei senatori dei partiti che appoggiano il governo
Monti". (Public Policy)

GAV

© Riproduzione riservata