Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Si va verso un decreto Mit con le norme Madia sul Tpl

trasporti 23 gennaio 2017

di Sonia Ricci

ROMA (Public Policy) - In rimessa gli autobus più inquinanti utilizzati in città, affitto di treni, tram e autobus necessari al trasporto pubblico locale, multe più care per chi viaggia senza biglietto, conteggio elettronico dei passeggeri e rimborso del ticket per i ritardi.

Queste le norme contenute nel decreto attuativo Madia-Delrio, "saltate" a seguito della sentenza della Corte costituzionale sulla riforma della Pubblica amministrazione (per un vizio procedurale), che potrebbero entrare in un nuovo provvedimento a firma del ministero dei Trasporti.

A confermarlo il ministro Graziano Delrio nel corso di un convegno sul Tpl organizzato dall'Asstra. A quanto si apprende, lo stesso provvedimento potrebbe contenere delle norme sull'integrazione fra Ferrovie dello Stato e Anas.

In particolare, l'intervento potrebbe riguardare l'autonomia finanziaria di Anas e la sua presenza nel perimetro della P.a.

Non solo, il ministero studia anche una norma - al momento solo ipotetica - per la detrazione degli abbonamenti di treni e autobus del Tpl. La norma, viene riferito, riguarderebbe in particolare i pendolari, soprattutto a fronte negli ultimi rincari di inizio anno nelle tratte ferroviarie.

continua -in abbonamento

@ricci_sonia

© Riproduzione riservata