Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Si vota il bilancio di Montecitorio

montecitorio 04 novembre 2013

Si vota il bilancio di Montecitorio

Se ne discute oggi pomeriggio in Aula a Montecitorio. È il consuntivo del 2012 e il progetto di bilancio per quest'anno della Camera dei deputati. La Camera ha annunciato il 24 ottobre, giorno in cui i documenti sono stati resi consultabili, che le spese per la prima volta dal 1960 sono diminuite.

Conto consuntivo 2012

Progetto di Bilancio 2013


Tutte le infografiche

 

Una selezione dei nostri lanci


CAMERA, MAGGIOR RISPARMIO DA TAGLIO A INDENNITÀ E RIMBORSI SPESE PER DEPUTATI

(Public Policy) - Roma, 24 ott - Sono soprattutto i tagli alle indennità e rimborsi spese per i deputati (risparmio di 12,450 milioni di euro) ad incidere sulla sforbiciata ai costi della Camera ottenuta nel 2013, e che ha portato a una dotazione ridotta di 50 milioni di euro.

Le indennità dei deputati sono state ridotte di 7,035 milioni di euro e i rimborsi spese per esercizio di mandato di 6,635 milioni di euro. In seconda battuta, a incidere sui risparmi della Camera nel 2013, sono le spese di dipendenti ed ex dipendenti. In particolare le retribuzioni sono diminuite di 15,029 milioni di euro.

Quanto ai gruppi parlamentari, si sono ottenuti risparmi per 2,820 milioni di euro passando da 35,450 milioni di euro di contributi erogati nel 2012 ai 32,630 milioni di quest'anno. 8,934 milioni di euro, poi, sono stati risparmiati sull'acquisto di beni e servizi: i tagli maggiori si sono fatti su consulenze e spese diverse (-3,195 milioni di euro).

Infine 56 mila euro sono stati i tagli su altre spese della Camera. Ad esempio si sono ridotte le spese per organismi e enti esterni (risparmio dovuto alla dismissione della fondazione Camera) e per fabbricati e impianti (-2,795 milioni di euro). Su quest'ultima voce incidono gli immobili, che la Camera ha in affitto, e il cui canone di locazione è in scadenza. È il caso di alcune parti di Palazzo Marini, il cui canone di locazione scade nel 2016 e sembra non ci sia intenzione di rinnovarlo. Se non si rinnoverà, si apprende, ci sarà un abbattimento dei costi pari a 6-7 milioni di euro l'anno. (Public Policy)

VIC

CAMERA, SU BILANCIO 2013 PESANO DI PIÙ PERSONALE, PENSIONATI ED EX DEPUTATI

(Public Policy) - Roma, 24 ott - Sul bilancio della Camera del 2013 la spesa che incide di più, per il 34,60%, è quella previdenziale. Lo si legge dal prospetto del bilancio di previsione 2013, che l'Aula dovrà approvare dalla prossima settimana. Tra le voci di spesa, quelle che incidono di più sono il personale (25,66% del totale, con una spesa di 270,740 milioni di euro), gli ex dipendenti pensionati (21,51% con una spesa di 226,940 milioni di euro), e gli ex deputati (13,17% del totale con una spesa di 138,900 milioni di euro.

A fronte di un risparmio di 50 milioni di euro rispetto alla dotazione del 2012 le spese che comunque sono aumentate sono quelle per: il trattamento previdenziale dei deputati (+ 2,220 milioni di euro), gli oneri accessori per i dipendenti (+ 155 mila euro), le pensioni dei dipendenti (+8,165 milioni di euro), i servizi di comunicazione e informazione della Camera (+325 mila euro), il potenziamento di informazione e documentazione (+451 mila euro), le forniture di acqua, gas ed elettricità (+1,455 milioni di euro), spese di funzionamento (+3,234 milioni di euro), attrezzature e beni informatici (+1,270 euro). (Public Policy)

VIC

© Riproduzione riservata