Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

La Siae ha paura dell'arrivo di Netflix in Italia?

siae 21 ottobre 2015

ROMA (Public Policy) - "L'arrivo di Netflix in Italia cambierà in maniera rivoluzionaria anche la politica televisiva del nostro Paese e porterà ulteriori pericoli per il diritto di autore".

Lo ha detto Gaetano Blandini, direttore generale di Siae, in audizione martedì in commissione Istruzione al Senato sulla riforma del sistema cinematografico e audiovisivo.

IL GIORNO DOPO
"Mi auguro che l’avvento di Netflix in Italia potrà costituire un’ulteriore opportunità per valorizzare il lavoro degli autori e i loro diritti", ha comunque sottolineato, il giorno dopo, mercoledì, lo stesso Blandini.

"La Società Italiana degli Autori ed Editori – ha proseguito in una nota il dg – è dalla parte di chi crea da oltre 130 anni. Dall’anno della nostra fondazione, nel 1882, le rivoluzioni tecnologiche sono state diverse e tutte hanno avuto un impatto fondamentale sul mondo della cultura e sulla fruizione e utilizzazione delle opere dell’ingegno. Ogni passaggio segna un punto di non ritorno, da cui ripartire ogni volta con strategie rinnovate e nuovi strumenti, ma sempre con lo stesso obiettivo: assicurare ad autori ed editori la remunerazione per il loro lavoro". (Public Policy) SOR-GAV

© Riproduzione riservata