Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Stop alle sigarette in auto, a ottobre il dlgs in Cdm

sigarette 23 settembre 2015

ROMA (Public Policy) - Una riunione tra i ministeri competenti per definire gli ultimi dettagli eppoi l'arrivo in Cdm per la prima settimana di ottobre. Sono le prossime tappe del dlgs Tabacchi che, in attuazione della legge di delegazione europea 2014, recepisce la direttiva Ue su sigarette e fumo.

Il decreto - di cui Public Policy ha preso visione - disciplina: gli ingredienti e le emissioni dei prodotti del tabacco e i relativi obblighi di segnalazione, compresi livelli massimi di emissioni di catrame, nicotina e monossido di carbonio delle sigarette; alcuni aspetti dell'etichettatura e del confezionamento dei prodotti del tabacco, comprese le avvertenze relative alla salute che devono figurare sulle confezioni unitarie dei prodotti del tabacco e sull'eventuale imballaggio esterno, come pure la tracciabilità e gli elementi di sicurezza che sono applicati ai prodotti del tabacco.

E ancora: le vendite a distanza transfrontaliere di prodotti del tabacco; l'obbligo di effettuare una notifica dei prodotti del tabacco di nuova generazione; l'immissione sul mercato e l'etichettatura di alcuni prodotti correlati ai prodotti del tabacco, quali le sigarette elettroniche e i contenitori di liquido di ricarica e i prodotti da fumo a base di erbe.

NOVITÀ PER LE SIGARETTE ELETTRONICHE
Il dlgs stabilisce che i fabbricanti e gli importatori di sigarette elettroniche e di contenitori di liquido di ricarica effettuano una notifica al ministero della Salute, al ministero dell'Economia e al ministero dello Sviluppo economico di eventuali prodotti di tale tipo che intendono immettere sul mercato.

DIVIETO DI FUMO IN MACCHINA (E VICINO AGLI OSPEDALI)
Arriva il divieto di fumare in macchina, anche in sosta, se nel veicolo è presente un minore o una donna in stato di gravidanza. Ma non solo: il divieto è previsto anche per le pertinenze esterne delle strutture universitarie ospedaliere, presidi ospedalieri e Ircss pediatrici, nonchè nelle pertinenze esterne dei reparti di ginecologia e ostetricia, neonatologia e pediatria delle strutture universitarie ospedaliere, dei presidi ospedalieri e degli Ircss.(Public Policy) FRA-VIC

continua - in abbonamento

© Riproduzione riservata