Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Sinistra italiana vuole ascoltare mezzo Mef su Mps

fondazione-mps-fotogramma-672 29 dicembre 2016

ROMA (Public Policy) - "Alcuni degli ultimi passaggi della vicenda Mps hanno bisogno di approfondimento. Come risulta anche da articoli di stampa, sarebbe interessante sapere perché il rappresentante del Tesoro, ovvero il primo azionista, abbia avallato la richiesta alla Bce di prorogare i termini per l'aumento di capitale, nonostante fosse ormai evidente la fuga dei depositi dall'istituto senese. E perché, nonostante il Governo in data 5 dicembre abbia dato il via libera al salvataggio di Stato, il dottor Turicchi abbia continuato a votare in senso contrario nel Consiglio della banca. Tutti questi interrogativi necessitano di una audizione urgente di Padoan e dei rappresentanti del ministero presso la banca senese".

Lo scrivono i deputati di Sinistra italiana Stefano Fassina e Giovanni Paglia in una lettera inviata al presidente della commissione Finanze di Montecitorio Maurizio Bernardo (Ap) con la quale chiedono nel più breve tempo possibile l'audizione del ministro Padoan, del direttore generale per Finanza e privatizzazioni del Mef Antonino Turicchi e del direttore generale del Tesoro Vincenzo La Via. (Public Policy)

RED

 

© Riproduzione riservata