Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Spending review e Difesa, le cifre di Cottarelli

difesa 23 aprile 2014

ROMA (Public Policy) - "Nel 2013 sono stati spesi in Italia 18-18,5 miliardi per la funzione difesa, pari all'1-1,15% del Pil". Lo ha detto Carlo Cottarelli, commissario straordinario del Governo per la revisione della spesa pubblica, durante un'audizione davanti alle commissioni Difesa di Camera e Senato.

Per stabilire i possibili risparmi nel settore della difesa "non è sufficiente prendere la spesa del ministero della Difesa perchè c'è una parte anche nel bilancio del Mise e del Mef per le missioni di pace", poi bisogna anche comprendere le spese dell'Arma dei carabinieri che rientra in ordine pubblico, ha spiegato Cottarelli.

"Il benchmark per la spesa della difesa è pari allo 0,9% del Pil, quindi nel 2013 l'Italia ha speso circa lo 0,2% del Pil in più. Il margine di risparmio potrebbe essere di circa 3 miliardi", ha specificato il commissario alla spending review.

"Le mie riflessioni" sulla riduzione della spesa sul tema della difesa "si basano su basi tecniche e su confronti internazionali, su serie storiche e studi settoriali. La scelta sull'effettiva composizione sono di natura politica e quindi prese dalla politica. Il mio è un ruolo tecnico di proposta". Dal 2007 "c'è stata una maggiore pressione sui conti pubblici e non c'è da stupirsi se la spesa relativa alla funzione difesa sia stata scrutinata da vicino da diversi Paesi". (Public Policy)

FRA

© Riproduzione riservata