Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Dl Enti locali, passa la norma 'salva stabilimenti balneari'

spiagge 19 luglio 2016

ROMA (Public Policy) - È stata approvata la norma "salva stabilimenti balneari" dopo che la Corte di giustizia europea ha bocciato la proroga automatica delle concessioni per gli stabilimenti balneari fino al 2020. La commissione Bilancio della Camera ha approvato l'emendamento del relatore al dl Enti locali che rende "validi i rapporti già instaurati e pendenti", ovvero le concessioni in atto degli stabilimenti balneari, "nelle more della revisione e del riordino della materia in conformità ai principi di derivazione comunitaria", che dovrebbe arrivate entro ottobre, per "garantire certezza alle situazioni giuridiche in atto, e assicurare l'interesse pubblico all'ordinata gestione del demanio".

Lo stesso emendamento elimina l'attuale (ed ennesimo) termine del 30 settembre 2016, entro il quale, in base a quanto stabilito dalla legge di Stabilità 2016, sarebbe dovuta arrivare la riforma del comparto dei canoni demaniali marittimi. Eliminando questo termine viene inoltre eliminato un termine temporale, che viene ad essere la nuova attesa riforma delle spiagge, per la 'sanatoria spiagge', ovvero la sospensione dei procedimenti amministrativi pendenti alla data del 15 novembre 2015, avviati dalle amministrazioni competenti per la sospensione, la revoca e la decadenza di concessioni. (Public Policy) VIC

© Riproduzione riservata