Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

A chi andranno le frequenze tv (secondo la Stabilità)

Tv locali, ritardi nei contributi? Per Confindustria ci sono problemi sui decreti 19 dicembre 2014

ROMA (Public Policy) - Le frequenze tv attribuite all'Italia a livello internazionale e non assegnate (che l'Agcom dovrà assegnare alle tv locali con un piano da avviare entro metà febbraio) potranno essere assegnate anche ai "soggetti non operanti in ambito locale" in caso in cui "dalle selezioni non risulti un numero sufficiente ed idoneo, rispetto ai criteri definiti, di operatori di rete in relazione alle frequenze da assegnare".

Lo prevede un emendamento al ddl Stabilità, riformulato dal relatore Giorgio Santini (Pd), approvato in commissione Bilancio al Senato e inserito nel maxiemendamento del governo. Lo stesso emendamento prevede che le graduatorie che il Mise predisporrà di soggetti legittimamente abilitati quali fornitori di servizi di media audiovisivi in ambito locale potranno essere utilizzate "per l'attribuzione ai fornitori di servizi di media audiovisivi, autorizzati alla diffusione di contenuti audiovisivi in tecnica digitale terrestre in ambito locale". (Public Policy)

tutte le novità sul ddl Stabilità, in abbonamento.

VIC-FRA

© Riproduzione riservata