Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Il governo studia modifiche alla geografia giudiziaria

giustizia 08 settembre 2015

ROMA (Public Policy) Rivisitazione della geografia giudiziaria, concorso per i magistrati e riqualificazione del personale fermo al 1986. Sono queste alcune ipotesi, in vista della prossima legge di Stabilità, allo studio del governo e, in particolare, del ministero della Giustizia.

Per quanto riguarda la geografia giudiziaria, a quanto si apprende, il governo potrebbe 'ritoccare' un'altra volta la composizione degli uffici giudiziari (l'ultima riforma è del 2014) rivedendo il posizionamento di alcuni.

Secondo fonti di governo, quindi, non ci sarà una vera e propria sforbiciata ma una "razionalizzazione" del sistema. L'ultima riforma, avviata dal governo Monti in epoca di spending review nel 2012, ha eliminato 30 tribunali, 271 sezioni distaccate e 667 giudici di pace. (Public Policy) SOR

© Riproduzione riservata