Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Stabilità, ok a 220 milioni per il Made in Italy a Ice, Mise e Camere di commercio

made in italy 24 novembre 2014

ROMA (Public Policy) - Approvato dalla commissione Bilancio della Camera l'emendamento del governo - anticipato da Public Policy - che stanzia 130 milioni di euro per il 2015, 50 milioni di euro per il 2016 e 40 milioni per il 2017 per la promozione del Made in Italy. Le risorse saranno assegnate all'agenzia Ice per la promozione all'estero e l'internalizzazione delle imprese italiane.

Un sub emendamento del Pd approvato - a prima firma Colomba Mongiello - stabilisce che 2,5 milioni all'anno per il triennio 2015-17 dei fondi stanziati all'Ice per il Made in Italy, dovranno essere "destinati alle Camere di commercio italiane [...] per incrementare la presenza e la conoscenza delle autentiche produzioni italiane presso i mercati e presso i consumatori internazionali, al fine di contrastare il fenomeno dell'italian sounding e del falso Made in Italy agroalimentare".

Un altro subemendamento Pd approvato - a prima firma Laura Garavini - destina, sempre a valore dai fondi destinati dall'emendamento del governo all'Ice, 1 milione all'anno, sempre per il triennio 2015-17, al ministero dello Sviluppo economico "per il sostegno all'internalizzazione delle imprese e promozione del Made in Italy".

Le coperture finanziarie per gli stanziamenti 2015 vengono individuate nel Fondo in conto capitale del Mise (40 milioni di euro), nei Fondi del Mef sui residui passivi (82 milioni) e nel Fondo in conto capitale (8 milioni). Inoltre, l'emendamento istituisce un Fondo per le politiche per la valorizzazione, la promozione e la tutela, in Italia e all'estero, delle imprese e dei produttori agricoli e agroalimentari, con una dotazione iniziale per il biennio 2015-2016 di 6 milioni di euro annui.

Nello specifico l'emendamento del governo approvato aggiunge alla manovra un articolo 17-bis ad hoc per la promozione del Made in Italy. I sub emendamento approvato sulle Camere di commercio aggiunge al comma 1 dell'articolo aggiuntivo il seguente periodo: "Per la realizzazione delle azioni di cui al comma 2, lettera f), del medesimo articolo 30, nell'ambito delle risorse stanziate per l'Agenzia Ice di cui al primo periodo del presente articolo, 2,5 milioni di euro per ciascun anno del triennio 2015-17 sono destinati all'Associazioni delle Camere di commercio italiane all'estero di cui all'articolo 5, comma 3 della legge 31 marzo 2005 n.56".

Il secondo subemendamento approvato, sui fondi al Mise, aggiunge sempre alla fine del comma 1 dell'articolo aggiuntivo, che "a valere sulle risorse di cui al primo periodo, 1 milione di euro per ciascuno degli anni 2015, 2016 e 2017 è assegnato al ministero dello Sviluppo economico per il sostegno all'internalizzazione delle imprese e promozione del Made in Italy di cui all'articolo 1, comma 43, della legge 28 dicembre 1995, n. 549". (Public Policy)

Tutto sulla Stabilità, emendamento dopo emendamento, solo in abbonamento.

 

RED

© Riproduzione riservata