Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Dl Stadi, Daspo ai violenti anche per le manifestazioni pubbliche

stadi 19 settembre 2014

ROMA (Public Policy) - Allargare la disciplina del Daspo prevedendo il divieto di partecipazione alle manifestazioni pubbliche a chi risulta condannato o denunciato per violenza da stadio, e viceversa. È quanto prevede un emendamento a prima firma Stefano Dambruoso (Sc) presentato al dl Stadi-migranti in discussione nelle commissioni Affari costituzionali e Giustizia alla Camera.

La proposta di modifica mira dunque a introdurre il divieto a partecipare a manifestazioni pubbliche, e non solo sportive, a chi risulta condannato o denunciato per aver preso parte attiva a episodi di violenza negli stadi. Allo stesso tempo, la disciplina del Daspo potrà essere estesa anche a chi prende parte attiva a violenze durante manifestazioni pubbliche, a prescindere dalla natura dell'evento.

L'emendamento punta ad allargare, inoltre, il rispetto del cosiddetto obbligo di firma anche a chi è condannato per violenze in manifestazioni pubbliche. (Public Policy)

Tutti gli emendamenti al dl Stadi, in abbonamento.

FRA

© Riproduzione riservata