Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Dagli statuti alle primarie: le (tante) proposte sui partiti

partiti 22 febbraio 2016

ROMA (Public Policy) - di Luca Iacovacci - Da procedure per l'acquisto della personalità giuridica all'obbligo di iscrizione in un registro nazionale per la presentazione delle candidature alle elezioni politiche, passando da nuove norme che riguardano i contenuti obbligatori degli statuti, la promozione dell'equilibrio di genere, la partecipazione dei giovani, la trasparenza dei rendiconti, una delega al governo per la disciplina delle primarie.

Sono questi alcuni dei punti principali delle proposte di legge alla Camera sull'attuazione dell'articolo 49 della Costituzione, presentate da Paolo Fontanelli (Pd), Lorenzo Guerini (Pd), Sandra Zampa (Pd), Gianpiero D'Alia (Ap) e Roberta Agostini (Pd).

Le disposizioni contenute nei progetti di legge, da una parte, integrano le norme del dl 149 del 2013 (quello che ha sostituito l'abolizione del finanziamento pubblico ai partiti politici con forme di contribuzione volontaria o indiretta dei cittadini) e quelle sui contenuti necessari degli statuti dei partiti, per assicurare democraticità e trasparenza; dall'altra prevedono novità assolute, come le proposte sulla disciplina delle elezioni primarie.

continua - in abbonamento

© Riproduzione riservata