Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

La stepchild adoption entrerà dalla finestra?

unioni civili 23 febbraio 2016

ROMA (Public Policy) - di Francesco Ciaraffo - Lo stralcio della stepchild adoption mette in sicurezza il ddl Unioni civili che, con la presentazione del maxiemendamento da parte del governo e la richiesta di fiducia, si avvia all'approvazione in settimana.

Ma si è proprio sicuri che la possibilità di adozione del figliastro all'interno delle coppie dello stesso sesso esca dal ddl Cirinnà? L'assemblea Pd ha ratificato la decisione del governo: stop alla ricerca dell'intesa con il M5s e accordo con Ncd, quindi stralcio dell'articolo 5 sulla stepchild adoption e via i riferimenti al matrimonio.

Una strada, quest'ultima, da percorrere con il recepimento degli emendamenti del senatore dem, Beppe Lumia. Ma tra le proposte di modifica del senatore Pd nessuna interviene sull'articolo 3 comma 4 del ddl in base al quale "le disposizioni che si riferiscono al matrimonio e le disposizioni contenenti le parole 'coniuge', 'coniugi' o termini equivalenti, ovunque ricorrono nelle leggi, negli atti aventi forza di legge, nei regolamenti nonché negli atti amministrativi e nei contratti collettivi, si applicano anche ad ognuna delle parti dell'unione civile tra persone dello stesso sesso".

Da questa equiparazione sono esclusi solo i casi riferiti all'adozione, ma non quelli dell'adozione in casi particolari, nei quali rientrano quelli di stepchild tra coppie etero.

Secondo una linea di pensiero, lo stralcio della stepchild dal ddl Cirinnà non significherà la sua mancata applicazione in via giurisprudenziale (come i giudici hanno fatto in molti casi), ma se il maxiemendamento del governo non interverrà sull'articolo 3 l'adozione del figliastro troverà pieno titolo nell'ordinamento italiano.

La legge "Diritto del minore ad una famiglia" del 1984, infatti, proprio al titolo "Dell'adozione in casi particolari" prevede che il minore possa essere adottato "dal coniuge nel caso in cui il minore sia figlio anche adottivo dell'altro coniuge".

Occhi puntati quindi sul maxiemendamento, ma soprattutto sui suoi dettagli. (Public Policy)

@fraciaraffo

© Riproduzione riservata