Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Sulle banche i gruppi hanno detto la loro, ora tocca a Casini

banche 22 gennaio 2018

in abbonamento: le proposte dei gruppi

(Public Policy) - È scaduto lunedì alle 13 il termine entro cui i gruppi dovevano presentare al presidente della commissione d'inchiesta sulle banche, Pier Ferdinando Casini, le proposte di riforma del sistema bancario, da introdurre nella relazione finale, che Casini presenterà in Ufficio di presidenza venerdì. E che, come deciso nello scorso Udp, non conterrà valutazioni sulle passate crisi bancarie.

La parte della relazione contenente le proposte dovrebbe essere in larga parte condivisa da forze bipartisan, ovvero da Pd, FI, M5s e Lega. Le proposte che saranno inserite nella relazione finale, secondo quanto proposto dai gruppi, spazieranno dalla creazione di una super procura nazionale per i reati economico-finanziari alle sezioni specializzate presso le procure sedi di Corte d'appello (proposte presenti anche nel programma elettorale del M5s); dallo stop alle cosiddette porte girevoli all'obbligo di collaborazione tra Bankitalia e Consob sul fronte della vigilanza; dallo stop alle agenzie di rating privatistiche all'addio ai contratti derivati.

Secondo quanto apprende Public Policy, Liberi e uguali ha invece deciso di presentare (sempre venerdì) una propria proposta alternativa, che dunque, come deciso in precedenza, verrà annessa alla relazione finale come "addendum" ma non verrà posta ai voti.

Secondo quanto riferiscono fonti di Leu "non c’erano le condizioni per presentare proposte che prescindessero dalle valutazioni sul passato", e dunque venerdì Giovanni Paglia, Davide Zoggia e Maurizio Migliavacca presenteranno in commissione d'inchiesta una contro-relazione finale che faccia anche un'analisi delle passate crisi bancarie e di quanto emerse dal ciclo di audizioni svolte.

Come riferisce un comunicato della commissione d'inchiesta, per quanto riguarda i gruppi parlamentari sono giunte le proposte del Partito democratico (da parte di Mauro Maria Marino), del Movimento 5 Stelle (con Carlo Sibilia), di Forza Italia (con Renato Brunetta), della Lega (con Paolo Tosato), di Fratelli d'Italia (con Giorgia Meloni), della Federazione della libertà (da parte di Andrea Augello), del gruppo Grandi autonomie e libertà (da parte di Paola De Pin), oltre ai contributi singoli di Dal Moro (Pd) e Capezzone (Misto - Direzione Italia) .

Secondo quanto deciso nell'ultima riunione dell'udp, le proposte di riforma del quadro legislativo e regolamentare saranno al centro della relazione che sarà presentata dal presidente Casini alla prossima riunione dell'Ufficio di presidenza. (Public Policy)

VIC

© Riproduzione riservata