Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Tabacchi, slitta a settembre varo dlgs. Riforma dal 2015

tabacco 16 luglio 2014

ROMA (Public Policy) - Slitta a settembre il decreto legislativo sui tabacchi, atteso il 10 luglio in Cdm e poi rinviato in prima battuta a fine mese. Lo si apprende da fonti di governo. Avendo rinviato a un decreto direttoriale dei Monopoli l'aumento delle accise dal 1° agosto, previsto a copertura del decreto Cultura del 2013, e viste le proteste arrivate in particolare dai produttori di sigarette elettroniche, il governo avrebbe deciso di temporeggiare.

Altro fattore che ha spinto il governo a rinviare il dlgs sulla riforma delle accise sui tabacchi, sono i tempi parlamentari. Le due commissioni Finanze di Camera e Senato hanno da poco iniziato a esaminare il primo decreto attuativo della Delega fiscale, quello sulla semplificazione fiscale.

Giovedì inizierà l'esame del dlgs commissioni censuarie. E i pareri dovranno arrivare prima della pausa estiva. Dopo un confronto con il comitato interparlamentare per l'attuazione della Delega, si apprende, il governo ha quindi deciso di rinviare l'emanazione di altri dlgs a dopo l'estate, così da non ingolfare le commissioni Finanze in Parlamento.

In autunno quindi dovrebbe vedere la luce l'atteso dlgs che a partire dal 2015 andrebbe a modificare il calcolo delle accise su sigarette, sigari, tabacco trinciato, e-cig e nuove sigarette 'a cialda'. Non è escluso, si apprende, che dal provvedimento possa essere scorporata la parte sulle sigarette elettroniche, per essere inserita in un provvedimento ad hoc.

Sempre dopo l'estate è atteso poi un altro dlgs per la semplificazione fiscale che dovrebbe contenere ad esempio misure sul regime dei minimi, sulla compensazione crediti-debiti, fatturazione elettronica. In autunno dovrebbe anche essere il momento del varo del dlgs su Equitalia. (Public Policy)

VIC

© Riproduzione riservata