Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Tabacchi, Tar Lazio: imposta solo sulla nicotina. Accolto il ricorso dei produttori

ecig 10 luglio 2015

ROMA (Public Policy) - Il Tar del Lazio ha sospeso, almeno fino a novembre, il pagamento dell'imposta di consumo (stabilita da un provvedimento dell'Agenzia delle Dogane e dei monopoli in 0,373 euro più Iva al 22% su 1 ml) per i liquidi da inalazione non contenenti nicotina.

Il tribunale amministrativo ha infatti accolto la domanda cautelare dell'Associazione nazionale produttori fumo elettronico (Anafe Confindustria) e di alcune aziende del settore che chiedevano, tra l'altro, l'annullamento del decreto ministeriale risalente al dicembre 2014 con cui si sono assoggettati all'imposta di consumo anche i prodotti da inalazione costituiti da liquidi non contenenti nicotina.

In base all'ordinanza emessa dal Tar, la tassazione rimane ancora in vigore e viene unicamente sospeso il pagamento dell'imposta relativa limitatamente all'importo dei liquidi non contenenti nicotina. È stata poi fissata al 4 novembre 2015 una nuova udienza per decidere sul merito della tassazione.

A seguito di questa sentenza lo Stato dovrà dunque rivedere le entrate stimate dal settore, tenendo anche conto che finora questa tassa, dal 1° gennaio 2015 ad oggi non è stata pagata sui prodotti da inalazione, e continuerà a non essere pagata almeno fino alla sentenza di novembre per i prodotti senza nicotina. (Public Policy) VIC-FRA

© Riproduzione riservata