Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Il taglio delle partecipate può aspettare ancora un po'

partecipate 27 gennaio 2017

di Sonia Ricci

ROMA (Public Policy) - Nel decreto "correttivo" della riforma delle società partecipate, che il ministero di Marianna Madia sta mettendo a punto in vista dell'intesa con Regioni e Comuni, potrebbe entrare il rinvio dei termini per il taglio delle spa statali e locali.

Uno slittamento di cinque-sei settimane, per dare tempo alle Pubbliche amministrazioni di predisporre il piano straordinario di razionalizzazione delle partecipate. L'idea è quella di spostare l'attuale scadenza (il 23 marzo) al 30 aprile.

L'ipotesi è sul tavolo della Funzione pubblica dopo la richiesta arrivata dal Tesoro, che avrebbe voluto inserirla nel decreto Milleproroghe. Secondo fonti di Governo, però, la proroga entrerà nel provvedimento "correttivo", necessario per salvare la riforma più generale dopo la sentenza della Corte costituzionale sulla legge Madia.

continua -in abbonamento

@ricci_sonia

 

© Riproduzione riservata