Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Tav, emendamento relatori: nel 2014 +49 milioni. Nel 2015 100 milioni 'dirottati' all'Anas per manutenzione strade

alta velocità 2 22 novembre 2013

ROMA (Public Policy) - Al progetto Tav Torino-Lione andranno 49 milioni in più nel 2014 (con un corrispondente taglio sulle risorse previste per il 2017) e saranno tolti 100 milioni di euro nel 2015 da destinare all'Anas per la manutenzione delle strade. Lo stabilisce un emendamento dei relatori al ddl Stabilità, il 4.100, depositato in commissione Bilancio al Senato e che dovrebbe essere votato oggi.

L'emendamento riprende parte di una bozza di emendamento del governo anticipato in settimana da Public Policy che stabilisce appunto un taglio di 49 milioni di euro dei finanziamenti per il Mose nel 2014, da ricollocare tra quelli previsti per la stessa opera nel 2017. Le risorse liberate nel 2014 dovranno essere reimpiegate nella costruzione del Tav Torino-Lione, che a sua volta vedrà ridursi nel 2017 49 milioni.

L'emendamento in questione eroga anche 100 milioni in più nel 2015, da prendere proprio dal fondo per il Tav, per la manutenzione straordinaria delle strade e per la realizzazione di nuove opere. Tra queste, si legge nell'emendamento "si dà priorità a quelle già definite da Protocolli d'intesa attuativi e conseguenti ad accordi internazionali". Secondo quanto scrive su Facebook il senatore del Pd Stefano Esposito, però, la modifica non ha avuto il parere favorevole dalla Ragioneria dello Stato. (Public Policy) VIC-SOR

© Riproduzione riservata