Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Il carburante sequestrato andrà alla polizia, dice il governo

polizia 24 marzo 2015

ROMA (Public Policy) - Il governo ha presentato un emendamento al dl Antiterrorismo nelle commissioni Difesa e Giustizia alla Camera per permettere alle forze di polizia di utilizzare i carburanti sequestrati.

"Al fine di potenziare l'attività di controllo del territorio per contrastare il terrorismo anche internazionale e accrescere la sicurezza pubblica e economico-finanziaria a tutela del bilancio pubblico - si legge nella proposta di modifica - l'autorità giudiziaria può affidare in custodia giudiziale alle forze di Polizia e al corpo nazionale dei Vigili del fuoco (quest'ultimo inserito grazie a un subemendamento del Movimento 5 stelle; Ndr) che ne fanno richiesta, per l'impiego nelle relative attività, i prodotti energetici idonei alla carburazione o alla lubrificazione, sottoposti a sequestro penale per violazione" per sottrazione all'accertamento o al pagamento dell'accisa sui prodotti energetici o per irregolarità nella circolazione.

In caso di dissequestro, "all'avente diritto è corrisposto un indennizzo calcolato sulla base del valore medio del prezzo al consumo, riferito al momento del sequestro, come rilevato periodicamente dal Mise ovvero, in mancanza, da pubblicazioni specializzate di settore". Il termine per i subemebdamenti è stato fissato alle 20. Un emendamento di uguale tenore era stato presentato dal governo alla Stabilità 2015, ma poi fu ritirato dall'esecutivo stesso. (Public Policy) FRA

© Riproduzione riservata