Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Ok alla riforma del terzo settore, ma il volontario sia rimborsato

lavoro 30 marzo 2015

ROMA (Public Policy) - Integrare le disposizioni di revisione della disciplina vigente in materia di volontariato e di promozione sociale per "consentire alle organizzazioni di volontariato, nel rispetto del principio di gratuità delle prestazioni dei volontari, di rimborsare loro in modo forfetario le spese sostenute per l'esercizio dell'attività prestata entro un limite massimo annuale, di valore contenuto, escludendo tale rimborso dal reddito imponibile".

È una delle osservazioni contenute nel parere favorevole della commissione Lavoro della Camera espresso sul disegno di legge delega di riforma del terzo settore, così come modificato dalla commissione Affari sociali. Inoltre, si chiede di inserire tra i criteri riferiti alla riforma delle imprese sociali di prevedere l'acquisizione "di diritto della qualifica di impresa sociale da parte delle cooperative sociali e dei loro consorzi". (Public Policy) NAF

© Riproduzione riservata