Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Ttip, governo: se non lo chiudiamo in 12 mesi non lo facciamo più

usa 18 giugno 2014

ROMA (Public Policy) - "Se non lo chiudiamo in 12 mesi non lo chiudiamo più". A dirlo il viceministro allo Sviluppo economico, Carlo Calenda, in merito al Ttip (Transatlantic trade investment partnership), l'accordo tra l'Unione europea e gli Stati Uniti sul commercio e gli investimenti, durante un convegno alla Camera.

"La proposta italiana alla commissione Ue è quella di chiuderlo tutto assieme, nonostante su alcune cose non troveremo mai un accordo, come sugli ogm. Ma sul 70% dei temi siamo già d'accordo e quindi può essere chiuso subito". "Con il tempo - conclude - potremmo integrare il trattato".

LE PAROLE DI KATHLEEN DOHERTY
"Siamo sicuri che le piccole e medie imprese italiane potranno beneficiare molto dell'accordo Ttip, soprattutto aumentando le loro esportazioni. Questo grazie anche all'eliminazione dei dazi". Lo ha detto Kathleen A. Doherty, vice capo missione dell'ambasciata Usa in Italia, riguardo al Ttip, durante il convegno.

Gli Stati Uniti "hanno grande fiducia nell'accordo con l'Europa. Con la firma del trattato gli Usa garantiranno l'appoggio del Senato durante la ratifica".

"Abbiamo esaurito tutte le nostre possibilità per la crescita dei nostri Paesi. il Ttip rappresenta una speranza importante". Per gli Usa "l'Accordo deve ancora essere ultimato, mancano delle intese importanti come sull'energia". (Public Policy)

SOR

© Riproduzione riservata