Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

TURCHIA, BONINO: ALTRO CHE PRIMAVERE ARABE, È COME OCCUPY WALL STREET

TURCHIA, BONINO: L'EUROPA DEVE TENERE APERTA LA PORTA DEL DIALOGO 12 giugno 2013

TURCHIA, BONINO: ALTRO CHE PRIMAVERE ARABE, È COME OCCUPY WALL STREET

foto La Presse

(Public Policy) - Roma, 12 giu - Paragonare la situazione
turca con le primavere arabe "è sbagliato: a me la rivolta
ricorda più Occupy Wall Street (movimento di contestazione
nato il 17 settembre 2011 a New York; Ndr)". Lo dice in Aula
alla Camera il ministro degli Esteri Emma Bonino,
commentando le proteste turche di questi giorni contro il
governo del primo ministro Recep Tayyip Erdogan.

"Ora è venuto il momento - aggiunge Bonino, da sempre
convinta sostenitrice dell'ingresso turco nell'Ue - di un
sincero esame di coscienza da parte dell'Europa. Vero è che
il modello turco è stato elogiato oltre i suoi meriti. Ma
l'Europa ha le sue colpe, l'arretramento della prospettiva
europea è stato un errore, un comportamento incoerente se
consideriamo che l'adozione di alcuni dei capitoli bloccati
avrebbe raccolto le rivendicazioni di tanti turchi scesi
oggi nelle strade e nelle piazze".

"Nelle manifestazioni di questi giorni - dice ancora il
ministro - manca una regia, i partecipanti sono giovani,
cittadini comuni, desiderosi di uno stile di governo meno
paternalistico. I partiti di opposizione sembrano defilati,
come i militari. L'uso sproporzionato della forza non può
mai essere accettato, adesso la Turchia dia prova di essere
una democrazia matura". (Public Policy)

GAV

© Riproduzione riservata