Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

UE-RUSSIA, VAN ROMPUY: PREOCCUPATI PER I DIRITTI, MA PARTNERSHIP STRATEGICA

21 dicembre 2012

(Public Policy) - Roma, 21 dic - "Abbiamo preso atto dei
risultati delle nostre ultime consultazioni sui diritti
umani, il 7 dicembre, che ci hanno fornito un'utile
occasione per parlare delle nostre preoccupazioni sulla
libertà per le attività della società civile e riguardo
all'esercizio dei diritti fondamentali in Russia". Per il
resto, la relazione Ue-Russia rimane per Bruxelles
"strategica". Parole di Herman Van Rompuy, presidente del
Consiglio Ue.

"Le nostre economie sono strettamente legate: il 45% delle
esportazioni russe va all'Ue, mentre il 35% delle
importazioni della Russia proviene dall'Ue. Siamo vicini di
casa nel nostro continente. Più di 5 milioni di visti
Schengen sono stati emessi nel 2011 in Russia. Possiamo
avere posizioni diverse riguardo ad alcune zone, ma abbiamo
più interessi comuni. Dobbiamo lavorare insieme per
garantire la sicurezza e la stabilità europea del
continente, per affrontare le sfide globali e le questioni
di governance".

"Per quanto riguarda la politica estera, abbiamo discusso
la possibilità di approfondire la nostra cooperazione
politica a livello globale. Abbiamo già lavorato bene
insieme su temi come il processo di pace in Medio Oriente,
l'Afghanistan o l'Iran. Dobbiamo incrementare i nostri
sforzi per trovare una soluzione politica e pacifica in
Siria. Inoltre la Russia e l'Ue lavorano in stretta
collaborazione in seno al Quartetto, e noi continuiamo a
impegnarci per un soluzione dei due Stati per il conflitto
israelo-palestinese".

"Per quanto riguarda il nostro vicinato comune, ho messo in
evidenza - dice il politico belga - la necessità di
raggiungere la stabilità e la sicurezza. Questo è
l'obiettivo dell'Ue nel sostenere il programma di
partenariato orientale, in particolare per quanto riguarda
Ucraina, Moldova e Georgia. Accogliamo con favore il fatto
che le elezioni in Georgia aprono nuove opportunità per
migliorare le relazioni bilaterali, sulla base del rispetto
per l'integrità territoriale". (Public Policy)

GAV

© Riproduzione riservata