Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

UE-USA, TUTTI I NUMERI DELL'AREA DI LIBERO SCAMBIO AUSPICATA DA OBAMA E BARROSO

debiti pa 13 febbraio 2013

2dk8TIH

(Public Policy) - Roma, 13 feb - Barack Obama rilancia,
durante il discorso sullo Stato dell'Unione, l'idea di
realizzare un'area di libero scambio tra Usa ed Europa e il
presidente della Commissione europea José Manuel Barroso
risponde su Twitter: "Non vedo l'ora di lavorare con il
presidente Obama per un patto transatlantico che porti
crescita e lavoro".

LE CIFRE DELL'INTERSCAMBIO

Tra Stati Uniti e Unione europea si parla di un
interscambio pari a 485 miliardi di dollari nei primi 9 mesi
del 2012, gli investimenti esteri statunitensi in Europa
sono pari a tre volte quelli fatti in Asia, mentre l'Ue ha
investito negli Usa otto volte rispetto alle cifre
indirizzate verso Cina e India. Il vantaggio di un'area di
libero scambio si avrebbe non tanto sui dazi (che mediamente
non superano il 3%) ma "nell'armonizzazione degli standard
regolatori", scrive su Affari Internazionali Marco
Sarcinelli, presidente del gruppo Dexia Italia.

Anche Linkiesta sottolinea in un articolo i vantaggi di un
accordo: "Stando alla Camera di Commercio statunitense,
riducendo a zero i restanti dazi (in media tra il 5% e il
7%), il commercio tra le due rive dell'Atlantico
incrementerebbe di 94 miliardi di euro in cinque anni,
generando un aumento del Pil complessivo (Usa+Ue) di 141
miliardi di euro. E in uno studio realizzato per la
Commissione europea da Ecorys, si calcola che l'eliminazione
delle barriere non tariffarie (regolamenti, standard diversi
etc.) porterebbe a un aumento dello 0,7% del Pil Ue e dello
0,3% Usa".

LE PAROLE DI BARROSO

(Public Policy) - Roma, 13 feb - "Sarà un accordo globale
che andrà oltre le tariffe, attraverso l'integrazione dei
mercati e la rimozione delle barriere". Lo ha detto durante
una conferenza stampa a Bruxelles il presidente della
Commissione europea, José Manuel Barroso.

"Si stima che quando l'accordo sarà in funzione - ha
proseguito il leader portoghese - l'economia europea avrà
uno stimolo di mezzo punto percentuale del Pil, che si
traduce in decine di miliardi di euro ogni anno e decine di
migliaia di nuovi posti di lavoro".

"La Commissione - ha aggiunto - si muoverà rapidamente per
presentare un mandato di negoziazione agli Stati membri, in
modo da poter avviare i negoziati il più presto possibile,
anche durante la presidenza irlandese del Consiglio (che
durerà fino a metà 2013; Ndr)".

Perchè i negoziati vadano in porto, ha concluso Barroso,
"abbiamo bisogno della volontà politica: il desiderio di
rendere le nostre norme e i nostri regolamenti compatibili,
e di tagliare più possibile le tariffe".

LA NOTA COMUNE UE-USA

(Public Policy) - Roma, 13 feb - "Noi, i leader degli Stati
Uniti e dell'Unione europea, siamo lieti di annunciare che
sarà obiettivo comune avviare le procedure interne
necessarie per lanciare i negoziati per un trattato di
libero scambio transatlantico e di partnership per gli
investimenti". Lo scrivono in una nota comune diffusa
dall'Ue Barack Obama, Herman Van Rompuy e José Manuel
Barroso.

"Attraverso questo negoziato - si legge ancora - gli Stati
Uniti e l'Unione europea avranno la possibilità non solo di
espandere il commercio e gli investimenti tra le due sponde,
ma anche di contribuire allo sviluppo di regole globali che
possano rafforzare il sistema multilaterale di
negoziazione".

IL COMMISSARIO UE PER IL COMMERCIO: TERMINARE I NEGOZIATI IN 2 ANNI

(Public Policy) - Roma, 13 feb - "Il nostro obiettivo comune
è quello di avviare i negoziati entro l'estate e terminarli
entro due anni". Parole del commissario europeo per il
Commercio, il belga Karel De Gucht, durante una conferenza
stampa a Bruxelles in merito al trattato di libero scambio
Ue-Usa.

"Dobbiamo - ha detto De Gucht - affrontare gli ostacoli che
si trovano oltre il confine doganale - come ad esempio le
differenze tra regolamenti tecnici, norme e certificazioni",
Il commissario fa l'esempio delle barriere alle case
automobilistiche sulle esportazioni verso gli Stati Uniti o
in materia di sicurezza delle auto. (Public Policy)

GAV

© Riproduzione riservata