Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

UNIONI CIVILI, IL PD CHIARISCE LA SUA POSIZIONE CON LE FAMIGLIE CATTOLICHE

07 febbraio 2013

(Public Policy) - Roma, 7 feb - "Il Partito democratico,
come risulta da documenti formali, intende dare una veste
giuridica autonoma alle convivenze etero ed omosessuali, pur
garantendo il permanere del favor familiae così come
previsto in Costituzione, anzi rivendicando di essere gli
unici ad aver realizzato vere politiche in sostegno delle
famiglie andando oltre la retorica".

Cecilia Carmassi, responsabile politiche per la famiglia e il terzo settore
del Pd, ribadisce la posizione del partito sul
riconoscimento delle unioni anche omosessuali durante
l'incontro con il Forum delle associazioni famigliari,
associazione di orientamento cattolico.

Carmassi, sollecitata dal Forum che vorrebbe che non si
riconoscessero le unioni ma solo i diritti e doveri dei
singoli conviventi, risponde così alla richiesta: "È troppo
tardi, contro i Dico (la proposta, varata dal Governo Prodi
nel 2007 poi arenata, prevedeva il riconoscimento dei
diritti dei conviventi; Ndr) avete mobilitato una piazza nel
2006, oggi la società è andata oltre e abbiamo una sentenza
della Corte Costituzionale che riconosce queste convivenze
come primo nucleo di formazione sociale a cui riconoscere
veste giuridica autonoma, lo faremo in modo trasparente e
partecipato come sempre, ma non potete ridurre il sostegno
alla famiglia alla negazione di altre forme di convivenza in
cui nascono e crescono molti bambini in Italia".(Public
Policy)

LAP

© Riproduzione riservata