Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Pdl Acqua, i dubbi Utilitalia sul quantitativo minimo gratuito

acqua 29 giugno 2016

ROMA (Public Policy) - La norma sul quantitativo minimo vitale gratuito per tutti "ci vede favorevoli nel suo spirito", ma "la soluzione trovata in questo disegno di legge per noi è rischiosa e di difficile applicazione", in quanto "potrebbe portare un aumento del 40/50% della tariffa domestica".

A dirlo è stato Giovanni Valotti, presidente di Utilitalia, nel corso di una audizione davanti la commissione Ambiente del Senato sulla proposta di legge sulla gestione delle risorse idriche.

La norma fissa a 50 litri il quantitativo minimo vitale gratuito per tutti, ma per il presidente di Utlitalia "per applicare questa norma e far pagare il servizio a partire dal 51esimo litro ci vorrebbero i contatori dappertutto". Valotti ha quindi proposto, in alternativa, uno "sviluppo del bonus idrtico" o "una esenzione alle famiglie più bisognose".

Inoltre Valotti, in merito all'articolo 3 della pdl sulla dimensione minima di Ato e sub-bacini, ha evidenziato come questa misura "potrebbe portare a una disarticolazione degli ambiti territoriali". In merito all'articolo per favorire la telelettura il presidente di Utilitalia ha suggerito di "estenderla a tutte le tecnologie disponibili". (Public Policy) NAF

© Riproduzione riservata