Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Le audizioni sui vaccini alla Camera: chi ha detto cosa

sanità 27 ottobre 2015

ROMA (Public Policy) - "Per quanto riguarda le vaccinazioni abbiamo assistito a un calo lieve per quelle obbligatorie ma più accentuato per quelle raccomandate, come quella anti morbillo, che è stata presa di mira".

Lo ha detto Giovanni Rezza, ricercatore del dipartimento malattie infettive, parassitarie e immunomediate dell'Istituto superiore di sanità in audizione in commissione Affari sociali della Camera.

"La vaccinazione antinfluenzale - ha aggiunto - è un'opzione per tutta la popolazione ma non la raccomandiamo a tutti: la raccomandiamo solo ai soggetti a rischio, per esempio gli anziani. E proprio negli anziani dal 2009 a quest'anno abbiamo registrato un progressivo decremento delle vaccinazioni".

"Siamo ormai arrivati al di sotto del 50% di tutta la popolazione anziana e questo non è rassicurante. Molti anziani hanno infatti malattie croniche e sono più fragili rispetto ad altre fasce di età".

AIFA: DATI DIMOSTRANO LORO EFFICIENZA  -All'audizione erano presenti anche i rappresentanti dell'Agenzia del farmaco: "Ci sono dati strabordanti che dimostrano l'efficienza dei vaccini".

FARMINDUSTRIA: INFORMAZIONE PER LEGGE, 160 DECESSI PER INFLUENZA - "L'informazione sui vaccini deve essere completa per legge e la ricevono tutti, cittadini e medici". Questo il parere di Nicoletta Luppi, presidente del gruppo vaccini di Farmindustria, intervenuta alla Camera. "Se ci sono problemi su un vaccino - ha sottolineato Luppi - sono le singole aziende che rispondono".

"E, quando vengono denunciate, devono rispondere nel processo. Le vaccinazioni sono importantissime, basti pensare per esempio che nella stagione 2014-2015 sono stati registrati 485 casi gravi e 160 decessi da influenza. Solo il 7,6% dei casi gravi segnalati era vaccinato. Su 11 donne che erano in gravidanza al momento della segnalazione una di queste è deceduta, nessuna era vaccinata".

VACCINARE INFORMATI: COMMISSIONE PARITETICA PER DIBATTITO - Infine, il parere  dei rappresentanti della associazione "Vaccinare informati": "Le persone danneggiate dai vaccini ci sono". Chiediamo una "commissione paritetica di tecnici per avviare un dibattito sereno tra associazioni". (Public Policy) VIC

 

 

© Riproduzione riservata