Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

VERSO IL 2013, "ESEMPI" DI TERZA REPUBBLICA NELL'AGENDA DI ITALIA FUTURA

12 novembre 2012

(Public Policy) - Roma, 12 nov - (di Gaetano Veninata)
Italia Futura, l'associazione presieduta da Luca Cordero di
Montezemolo, presenterà sabato alle 15 a Roma (negli
'Studios' di via Tiburtina) la proposta politica e la
propria agenda di governo per l'Italia del 2013. Un
'manifesto' programmatico che tocca 8 punti (conditi da
esempi), e che si propone di traghettare l'Italia 'verso la
Terza Repubblica'.

UN NUOVO RUOLO PER CDP, RAI E BANCOPOSTA
'È il momento - si legge in uno degli 'esempi' - di una
patrimoniale sullo Stato per abbattere il debito pubblico
con un piano pluriennale di dismissioni del patrimonio
mobiliare e immobiliare di Comuni, Province, Regioni e Stato
[...] Un piano che tocchi anche i santuari pubblici o pseudo
pubblici. La Cassa depositi e prestiti, in cui investitori
istituzionali esteri dovrebbero prendere il posto delle
fondazioni bancarie. La Rai, che potrebbe svolgere al meglio
il suo ruolo di servizio pubblico con una sola rete.
Bancoposta, che dovrebbe finalmente operare in condizioni di
parità con gli altri istituti di credito'.

APRIRE IL SERVIZIO PUBBLICO
'Aprire il servizio pubblico - si legge ancora - a nuovi
soggetti come fondazioni, imprese sociali e aziende private
al fine di realizzare il vero sistema delle autonomie
territoriali e funzionali con la sussidarietà verticale
(trasferimento di funzioni ad enti dotati dei requisiti di
efficienza) e con la sussidiarietà orizzontale (autonomia
dei privati e degli enti funzionali)'.

LE REGIONI MERITEVOLI
Per Italia Futura bisogna inoltre prevedere per le 'Regioni
meritevoli trasferimenti straordinari di risorse e funzioni
per la realizzazione di specifiche opere pubbliche di
importanza regionale (ad esempio collegate alla messa in
sicurezza idrogeologica del territorio)'.

LO STATUTO DEL CONTRIBUENTE
Per il movimento del presidente della Ferrari è ora di dare
'valore costituzionale allo Statuto del contribuente' (legge
27 luglio 2000, n.212), e 'specificare chiaramente
nell'articolo 41 della Costituzione che lo Stato non può
mutare a proprio piacimento i termini di contratti
liberamente e lecitamente sottoscritti con i privati'.

IL PIANO GIAVAZZI
Nel maggio 2012 l'economista ed editorialista Francesco
Giavazzi viene chiamato in qualità di esperto dal presidente
del Consiglio Mario Monti a collaborare all'analisi di
revisione della spesa pubblica. Italia Futura chiede di
'applicare integralmente' il suo piano, azzerando 'gli
incentivi alle imprese' e usando 'quelle risorse per avviare
concretamente la riduzione del carico fiscale sui redditi
d'impresa'.
Il documento invita anche a 'spostare il carico fiscale
dalle imposte dirette alle imposte indirette per sostenere
lo sforzo delle imprese più direttamente impegnate sui
mercati esteri'.

LAVORO ED ESODATI
Se la recente riforma del lavoro del Governo Monti, per
Italia Futura, 'sta già mostrando i suoi limiti', bisogna
'tornare a pensare a un contratto unico di lavoro a
protezione crescente per tutti i futuri lavoratori
dipendenti'. E ancora: 'Occupazione a tempo indeterminato
per tutti e piena protezione contro le discriminazioni e
contro i licenziamenti disciplinari ingiustificati, ma
nessuna inamovibilità per motivi economici e organizzativi'.
Per il movimento promosso da Montezemolo 'le tutele sociali
vanno spostate dalla garanzia del non perdere il posto alle
garanzie di poterne trovare un altro'.

Per quanto riguarda la questione degli esodati, per Italia
Futura 'non sono persone diversamente pensionate [...] ma
uomini e donne perfettamente in grado di contribuire al
benessere collettivo'. Alle richieste dei lavoratori che
hanno lasciato il lavoro e sono ancora distanti dall'età
della pensione si risponde 'fiscalizzando i loro oneri
sociali per permettere un più agevole temporaneo ritorno al
lavoro'.

INFRASTRUTTURE
'Occorre - si legge - affrontare una Project Review seria e
urgente. Superare definitivamente la logica della legge
Obiettivo che, promettendo tutto a tutti, ha prodotto una
lista infinita di progetti spesso molto costosi e lenti
nella realizzazione [...] Occorre invece verificare
l'utilità dei singoli progetti [...] rivedere e semplificare
le norme di approvazione e affidamento'.

30 MILA NUOVI POSTI ASILO NIDO ALL'ANNO
Ambire a trentamila nuovi posti all'anno per i prossimi
cinque anni, secondo Italia Futura, 'non è impossibile. Si
tratta di un aumento di spesa (corrente) complessiva di
circa 213 milioni l'anno [...] ovvero per il primo anno un
incremento del 17,7% sulla spesa attuale. Un intervento che
ci porterebbe quasi a raddoppiare i posti disponibili nel
tempo di una legislatura'.

L'EVASIONE FISCALE, IL CANONE RAI E LA CORRUZIONE
Il contrasto all'evasione fiscale 'deve essere una priorità
per ogni Governo'. E questo nel documento di Italia Futura è
ripetuto più volte. Ma 'ogni Governo non dovrebbe
dimenticare che le imposte sono una controprestazione', che
devono essere 'adeguati' allo sforzo fiscale sostenuto dai
cittadini. 'Cominciamo - si legge - con il canone
televisivo', che i cittadini 'devono essere liberi di pagare
solo se utenti del servizio televisivo pubblico'.

E ancora: 'Si stabilisca per legge' che le risorse
derivanti dalla lotta all'evasione 'siano dedicate anno dopo
anno, senza eccezione, alla riduzione della pressione
fiscale'. Per quanto riguarda la corruzione, si chiede di
istituire 'un'Agenzia delle uscite con poteri di controllo
analoghi a quelli dell'Agenzia delle entrate. Rendiamo
pienamente trasparenti tutte le uscite di tutte le
amministrazioni pubbliche rendendole accessibili in rete'.

I COSTI DELLA POLITICA
'Il finanziamento ai partiti - si legge nell'Agenda Italia
2013 - sia incentrato sui contributi volontari dei cittadini
(persone fisiche), che potranno godere di un credito
d'imposta pari al 50% delle donazioni e fino ad un tetto di
5 mila euro'.

LEGGE ELETTORALE E RIMOZIONE DEGLI IMMERITEVOLI
'I cittadini devono tornare a scegliere, la nuova legge
elettorale deve poter restituire al cittadino la scelta dei
propri rappresentanti'. E, continua il documento, 'deve
garantire la governabilità del Paese, senza per questo
trasformare in maggioranze qualunque minoranza'.
Un altro esempio: la 'rimozione degli eletti immeritevoli',
introducendo nella Costituzione 'l'istituto della rimozione
degli eletti (recall)'. Con le 'opportune garanzie, come la
previsione della richiesta di almeno 1/5 del corpo
elettorale e il divieto di attivazione nel primo anno di
mandato'.

Italia Futura propone inoltre 'una sola Camera,
simbolicamente composta da 556 membri quanti furono i
deputati all'Assemblea costituente'. Inotre il think thank
chiede di adottare il meccanismo della 'sfiducia
costruttiva', potenziando il ruolo del presidente del
Consiglio 'attribuendogli il potere di nomina e revoca dei
ministri'.

CULTURA, AGEVOLARE PICCOLI E GRANDI MECENATISMI
In campo culturale Italia Futura chiede che vengano
'incoraggiate le iniziative private per la valorizzazione e
la gestione del patrimonio storico e monumentale. Occorre
inoltre agevolare tutti i piccoli e grandi mecenatismi,
dando la possibilità ad ogni donatore di detrarre dalle
imposte quanto viene devoluto all'intervento culturale [...]
sostenendo i meccanismi automatici di credito d'imposta per
gli operatori del settore'.

SANITÀ, RICONFIGURARE L'OFFERTA
Per Italia Futura è necessario 'riconfigurare l'offerta
sanitaria in una rete territoriale collegata alle strutture
ospedaliere, con un miglioramento delle performance dei
presidi e una gestione ottimizzata del personale',
aumentando 'la trasparenza del settore', introducendo 'nuove
partnership con il settore privato per attività sia cliniche
che non cliniche'.

I PREMI SUI RENDIMENTI SCOLASTICI
Per quanto riguarda la scuola e la formazione, Italia
Futura propone di riformare il diritto allo studio,
'introducendo premi sui rendimenti scolastici che iniziano a
maturare già dalla prima adolescenza e che alimentino un
piccolo patrimonio cui il giovane potrà usufruire dopo il
conseguimento del diploma'. (Public Policy)

GAV

© Riproduzione riservata