Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

VERSO IL VOTO, CAPACCHIONE (PD): ANTIMAFIA, CAMBIO POSTAZIONE MA NON FRONTE

11 gennaio 2013

(Public Policy) - Roma, 11 gen - "Voglio continuare in
Parlamento la battaglia per un Paese ed un Mezzogiorno
liberi da condizionamenti criminali. Un Paese nel quale è
possibile immaginare un percorso più giusto per i cittadini,
per i giovani, per le imprese". Lo afferma Rosaria
Capacchione, in un'intervista all'Unità, spiegando i motivi
della sua candidatura con il Pd. La giornalista
anti-camorra, che vive sotto scorta da cinque anni, è
capolista in Campania al Senato.

"Sono trent'anni - ha detto - che sto facendo informazione
cercando di dare voce a quanti non ne hanno e raccontando le
storie di quanti sono stati sconfitti dalla violenza
mafiosa. Cambio postazione ma non fronte. Prendo quel poco o
molto che so fare e lo metto a disposizione del Paese".

La sua presenta in Parlamento significherebbe "una lettura
più moderata dell'antimafia - ha aggiunto - vista dalla
parte dei cittadini di cui tante volte ho raccontato la
vita. Io ho una visione molto laica di tutto, anche della
giustizia. Non sono pregiudizialmente colpevolista. Sono
garantista, nel senso nobile del termine, come lo è sempre
stata la sinistra. Diciamo che mi sento illuminista
volteriana". (Public Policy)

© Riproduzione riservata