Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

VERSO IL VOTO, MARONI: INVESTIRE SU START UP, WELFARE E LOTTA ALLA CRIMINALITÀ

28 gennaio 2013

Roberto Maroni

(Public Policy) - Roma, 28 gen - "La premessa è questa:
trattenere almeno il 75% delle tasse al Nord, per investire
sui giovani, le famiglie e la scuola. Per arrivarci bisogna
modificare una legge ordinaria, non la Costituzione".

Lo ha detto il segretario federale della Lega Nord Roberto
Maroni, durante la conferenza stampa di presentazione del
programma elettorale, dal titolo "La nostra Lombardia".

Sono quattro i punti principali del programma presentati da
Maroni: "A tutta impresa", "Start-uppiamo i giovani
talenti", "Lombardia scuola di welfare" e "Disorganizziamo
la criminalità organizzata".

A TUTTA IMPRESA
Tra le proposte del segretario federale c'è l'azzeramento
dell'Irap, una moratoria di tre anni delle imprese dagli
adempimenti amministrativi e burocratici facendo salva la
parte che riguarda l'ambiente, una fiscalità di vantaggio
per contrastare la delocalizzazione delle imprese e
l'impegno ad investire il 3% del Pil regionale in ricerca e
innovazione.

START-UPPIAMO I GIOVANI TALENTI
Al secondo punto dell'agenda della Lega, ci sono le imprese
innovative, meglio conosciute come start up. "Molti giovani
- ha detto Maroni - oggi non possono realizzare le loro idee
perché non hanno la possibilità di accedere al credito
bancario. Bisogna investire su di loro, per questo abbiamo
pensato ad un Fondo di sostegno di creatività per giovani
talenti e una 'No Tax Area' per le giovani imprese, cioè
niente tasse per i primi tre anni".

LOMBARDIA SCUOLA DI WELFARE
"La scuola è un momento fondamentale che prepara al
passaggio nel mondo del lavoro. Dobbiamo rafforzare
l'istruzione aumentando l'autonomia dell'insegnante.

Il nostro obiettivo è arrivare a 115 mila nuovi posti di lavoro
ogni anno. 345 mila posti in più nel triennio. Vogliamo
anche continuare ad investire sull'esperienza del fondo
Nasko, per aiutare tutte quelle madri che interrompono la
gravidanza per problemi economici e rifinanziare il buono
scuola già in essere in Lombardia".

"Questi interventi ovviamente costano - ha aggiunto il
segretario - ma noi li vogliamo finanziare con quel 75% di
tasse che chiediamo vengano date al Nord. È un sogno che può
essere realizzato. L'Euroregione è un progetto che assieme a
Piemonte, Veneto e Friuli è già pronto. Queste regioni
possono essere autonome, il Governo deve darci quello che ci
spetta".

La Lega propone il "fattore famiglia lombardo" come modello
da imitare: "Questo prevede centri per l'infanzia,
defiscalizzazione per le quasi 180 mila famiglie che in
Lombardia hanno tre figli. Il costo complessivo di queste
proposte è di 150 milioni di euro.

DISORGANIZZIAMO LA CRIMINALITÀ ORGANIZZATA
Il quarto punto è la lotta alla criminalità: "Ho una certa
esperienza in questo campo - ha detto Maroni - bisogna
combattere e prevenire la criminalità. In Lombardia bisogna
garantire una task force per un Expo demafizzata.

Voglio intensificare la collaborazione con la gestione dei beni
confiscati e sequestrati alla criminalità, in modo che molti
di questi diventino alloggi per le forze dell'ordine.
Il contrasto alla criminalità organizzata deve essere
accompagnato dal controllo del territorio con dei patti
laterali di sicurezza". (Public Policy)

SOR

© Riproduzione riservata