Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Viaggio nelle nuove regole sulla performance Pa

pa 25 febbraio 2016

ROMA (Public Policy) - di Sonia Ricci - Il coordinamento delle attività di misurazione e valutazione delle performance delle Pubbliche amministrazioni passerà dall'Authority anticorruzione (Anac) in capo al ministero P.a.

Nascerà a Palazzo Chigi una commissione tecnica, un organo consultivo per il monitoraggio degli enti pubblici e saranno rivisti di "indicatori" su cui si dovrano basare i futuri giudizi. È quanto prevede il decreto del presidente della Repubblica messo a punto dal governo e inviato al Parlamento, nelle commissione Affari costituzionali, per i pareri.

Il testo, che anticipa i decreti attuativi della riforma Madia sul tema, disciplina in particolare per le amministrazioni la possibilità di semplificare il ciclo della performance.

Per il cittadino, invece, garantisce una valutazione "più indipendente" e affida al dipartimento della Funzione pubblica un ruolo di coordinamento deifuturi monitoriaggi, chiarendo il quadro delle competenze.

Viene inoltre prevista la costituzione di una Rete nazionale per la valutazione delle amministrazioni pubbliche che dia evidenza alle migliori esperienze in essere.

continua - in abbonamento

@ricci_sonia

 

© Riproduzione riservata