Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

VISTI DA FUORI, DEUTSCHE WELLE: ITALIA POTREBBE ESSERE DETONATORE EUROZONA?

11 dicembre 2012

(Public Policy) - Roma, 11 dic - La reazione dei mercati
dopo le dimissioni annunciate da Mario Monti è stata
negativa. Silvio Berlusconi si prepara per il ritorno in
campo. L'Italia potrebbe essere il detonatore dell'Eurozona?

Se lo domanda l'emittente tedesca Deutsche Welle, in un
articolo sulla situazione politica italiana. Secondo DW non
ci vuole molto a spaventare i mercati. Gli ultimi
accadimenti, infatti, hanno influenzato l'apertura dei
mercati europei. Ieri mattina i mercati britannici e
tedeschi hanno aperto in calo rispetto a venerdì.

"L'Italia - scrive Emma Wallis - è ancora nella morsa della
recessione, lo dimostrano i dati sulla produzione
industriale, che segnano meno 1% nel mese di ottobre. Anche
le azioni del Monte Paschi di Siena, dell'Ubi e della Banca
Popolare di Milano, sono scese in borsa del 5%".

IL RITORNO DEL RE?
Secondo il DW sono in pochi ad essere convinti di una nuova
vittoria di Berlusconi alle prossime elezioni. "Il suo
rilancio di sabato ha ricordato la sua prima discesa in
campo nella politica nazionale, quella del 1994". Secondo il
giornale tedesco "i sondaggi dicono che Berlusconi potrebbe
mettere insieme solo il 15% dei voti".

Ma l'Italia "è famosa per non avere maggioranze forti.
Infatti anche il Partito democratico, con il suo leader Pier
Luigi Bersani, non raccoglierà, sempre secondo i sondaggi,
più del 30%. Si è ancora lontani da una maggioranza
stabile". Berlusconi potrebbe guadagnare voti tra gli
elettori anti-europei, vista anche l'impopolarità delle
politiche di austerità adottate dal Governo Monti.
Un'altra spina nel fianco, secondo il DW, è il Movimento 5
Stelle di Beppe Grillo, che potrebbe raccogliere fino al 20%
dei voti.

IL DETONATORE DELLA ZONA EURO
"Ora più che mai la società italiana è in crisi". Secondo i
recenti dati Istat, ricordati dal giornale tedesco, quasi
tre italiani su 10 sono a rischio povertà, mentre quasi la
metà delle famiglie italiane vive con meno di 2 mila euro al
mese. "Monti gode - ha aggiunto DW - del sostegno della
Merkel e di Barroso. È stato visto dall'Europa come via
d'uscita per la situazione italiana. Le politiche di
austerità che ha adottato non sono state apprezzate dal
Paese e i politici che si candideranno useranno questo
scontento per ottenere sostegno alle prossime elezioni".
(Public Policy)

SOR

© Riproduzione riservata