Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

VISTI DA FUORI, WSJ: MONTI PERDE VOTI LAVORATORI MA CONQUISTA I DISOCCUPATI

PDL, MONTI: RAPIDITÀ DI MUTAZIONE ORNITOLOGICA CI HA SORPRESI 09 gennaio 2013

(Public Policy) - Roma, 9 gen - Il Wall Street Journal,
nell'edizione europea, torna a occuparsi delle elezioni
italiane, pubblicando i dati di un sondaggio del Cise, il
Centro studi elettorali della Luiss, secondo cui la
categoria dei lavoratori si sta allontanando dal centro per
virare a sinistra, mentre aumentano tra i disoccupati coloro
che guardano con favore a Mario Monti.

"Entro la fine dell'anno - si legge su Wall Street Journal
- il 31,3% degli operai si sono spostati a sinistra, contro
il 22,4% di quelli che l'avrebbero votato in primavera. Nel
frattempo, coloro che si identificano con il centro sono
scesi al 23,2% dal 27,2%".

"Monti - scrive ancora il Wall Street Journal - ha
riformato le leggi sul lavoro, rendendo più facile
licenziare i lavoratori e ridurre le indennità di
disoccupazione per coloro che perdono il lavoro. Ha inoltre
apertamente lodato l'ad Fiat Sergio Marchionne, visto da
molti come un ostinato nemico della cultura operaio in
Italia. Quindi non è strano vedere gli elettori-lavoratori
allontanarsi dalla sua area politica".

"La vera novità - sottolinea il quotidiano economico - è la
scoperta di una mossa enorme di disoccupati che si sono
spostati al centro: sono raddoppiati, passando al 39,7% dal
19,3% in un anno. La maggior parte di questo cambiamento
rappresenta un esodo da sinistra, la cui quota di questo
pezzo dell'elettorato crolla al 16,2% dal 29,7%". (Public
Policy)

VIC

© Riproduzione riservata