Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

WEB E POLITICA, NASCE "BODEM" IL NUOVO MAGAZINE ONLINE DEI DEMOCRATICI

19 febbraio 2013

(Public Policy) - Roma, 19 feb - "Noi crediamo che per
portare avanti le riforme di cui l'Italia ha bisogno, queste
energie vadano spese dentro grandi partiti democratici.

Non a caso, molti hanno partecipato alla fondazione del Pd, che
abbiamo immaginato come un nuovo tipo di partito, aperto a
chiunque sia disposto a dedicare un po' del suo tempo alla
cosa pubblica: che lo faccia partecipando alle primarie come
elettore oppure come candidato. Bodem è un piccolo
esperimento, bolognese, per tenere viva quella visione".

Lo scrive Salvatore Vassallo, politologo, esponente Pd e
direttore della neo-rivista online BoDem, in un'editoriale
("Società civile. Buona politica") dove spiega le finalità
del progetto. Della redazione del nuovo magazine dei
democratici, "fanno parte - si legge in una nota - sessanta
tra amministratori, dirigenti e attivisti bolognesi del Pd.

Hanno inoltre aderito come corrispondenti: Cristiana
Alicata, Simona Bonafè, Pippo Civati, Davide Faraone, Guido
Ghisolfi e Giorgio Gori".

"C'è un tratto che accomuna i promotori di Bodem - scrive
Vassallo -, noi siamo la società civile prestata alla
politica, in una accezione molto specifica: molti di noi
partecipano alla vita pubblica nel tempo lasciato libero da
altri impegni privati prevalenti; nessuno di noi, anche chi
attualmente ricopre cariche elettive, vive di politica da
sempre e a tempo indeterminato".

Nelle intenzioni dei promotori, Bodem non è una solo
un'iniziativa editoriale, ma anche "un progetto di
partecipazione per chi vuole una politica competente,
sobria, efficace. Fatta da persone libere, che sanno
mettersi in gioco per i valori in cui credono. Per chi si
riconosce nella visione liberale e democratica, e nell'idea
di un partito aperto e plurale, poste a base del Pd quando è
stato fondato". (Public Policy)

SOR

© Riproduzione riservata