Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

WEB, GRILLO CONTRO I TROLL, MA LE REGOLE "DA RISPETTARE" NON ESISTONO

m5s 25 marzo 2013

Tzunami Tour a Susa, campagna elettorale di Bebbe Grillo

(Foto - La Presse)

IL LEADER 5 STELLE: "ORDE DI FAKE SCRIVONO
OGNI GIORNO TREMILA COMMENTI"


(Public Policy) - Roma, 25 mar - Grillo contro i troll del
web. Il leader del Movimento 5 stelle ha dichiarato guerra
agli intrusi, "agli utenti che contravvengono alle regole
del blog", così scrive nella sua pagina Facebook e aggiunge:
"Da oggi è possibile per gli autorizzati segnalare i
commenti dei troll. Partecipate numerosi!".

Un invito ai
militanti del M5s a fare quadrato contro chi attraverso lo
spazio dei commenti del sito prova a "dividere" la base. Ma
quali sono queste "regole di pubblicazione" di cui parla il
leader 5 stelle? In realtà nel blog non ve n'è traccia, o
non sembrano raggiungibili.

COME USARE IL BLOG
L'unico post dedicato all'utilizzo della piattaforma è
"Come usare il blog", dove si legge: "Il blog di Grillo è
uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per
confrontarsi direttamente. L'immediatezza della
pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri
preventivi".

Nella sezione citata, Grillo stesso spiega cos'è un blog:
"È uno spazio sulla rete dove una persona può pubblicare il
diario personale, fotografie, i suoi pensieri su un
argomento particolare. Nella maggior parte dei casi,
chiunque può commentare quello che viene scritto".

"Sul mio blog - continua Grillo in un'altra sezione del
post, 'Usa il mio blog' - puoi scrivere commenti sui post
che pubblico quotidianamente. Ti chiedo solo di rispettare
le regole di pubblicazione". Ecco il nodo della questione:
quali sono queste "regole" di cui tener conto? Probabilmente
quello di Grillo è un appello al buon senso degli utenti,
visto che non sembra esserci, in regolamento preciso diffuso
in rete.

COME FUNZIONANO I COMMENTI
Per lasciare un commento, una volta cliccato nella sezione
"commenti", che si trova in calce al post, basta
semplicemente compilare il form inserendo alcuni dati
personali (nome, cognome e indirizzo email). Con più
commenti si apre una "discussione".

Per le "segnalazioni importanti" si può cliccare sulla voce
"email", ma avverte Grillo: "Non sempre potrò rispondere,
ricevo moltissime email ed è difficile leggerle tutte".

I commenti possono essere rilasciati anche "in modo
autenticato", continua Grillo. "In questo modo solo tu
potrai avere la firma del tuo nome e nickname che avrai
scelto. Per essere autenticato, quando scrivi i tuoi
commenti sul blog, devi compilare i campi nella pagina di
autenticazione e scegliere una password con la quale potrai
inviare i tuoi commenti".

Insomma, per Grillo l'"allarme trolling" c'è e come, ma è
lui stesso a non spiegare quali siano le regole che gli
utenti devono rispettare. "Da mesi - scriveva ieri - orde di
trolls, di fake, di multinick scrivono con regolarità dai
due ai tremila commenti al giorno sul blog. Qualcuno
evidentemente li paga per spammare dalla mattina alla sera".
(Public Policy)

SOR

© Riproduzione riservata