Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

WebTax, Boccia risponde a Renzi: sei stato di parola, ma con Google

tax 28 febbraio 2014

ROMA (Public Policy) - "@matteorenzi parli di ruling o Iva? Con mio ruling ok da 1/1 +137,9mln #fattienontweet, su Iva it's up to you #webtax". Risponde così Francesco Boccia, presidente della commissione Bilancio alla Camera, al tweet con cui il premier Renzi ha rivendicato oggi il fatto di aver sventato l'entrata in vigore della web tax,con la decadenza del dl Salva Roma che ne faceva slittare l'applicazione a luglio: "Avevamo detto no #webtax Siamo stati di parola #lavoltabuona".

Boccia, che della tassa è stato il principale promotore, invita Renzi a valutare la perdita di gettito derivante dallo stop al tributo, 137,9 milioni per il biennio 2014-2016. Si tratta di entrate, scrive Boccia nel tweet, derivanti dalle modalità di determinazione del reddito di impresa derivante da operazioni con società estere, per le società operanti nella raccolta di pubblicità online.

In un secondo tweet poi rincara la dose: "Sì di parola con OTT, #sestaiserenotu 2013 6mln di tasse, 2014 con mia tracciabilità 137,9mln #webtax". La stoccata a Renzi stavolta fa riferimento alle aziende Over the top, come Google, o Facebook, i cui servizi sono possibili grazie a infrastrutture di rete utilizzate però gratuitamente.(Public Policy)

LEP

© Riproduzione riservata