Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

"Women mean business", per misurare l'impatto delle quote nei Cda

donne 29 ottobre 2013

Quote rosa, in cosa consiste il progetto "Women mean business and economic growth"

(Public Policy) - Roma, 28 ott - Un progetto che durerà due anni e che si compone di quattro parti: studiare la partecipazione femminile nei processi decisionali anche in confronto al resto d'Europa, costruire un database di analisi disaggregata per generi dei componenti dei cda e dei collegi sindacali, analizzare i processi di selezione e le best practice.

È il 'Women mean business and economic growth' presentato da Paola Profeta dell'università Bocconi nella sala polifunzionale della Presidenza del Consiglio dei ministri. Si tratta di un progetto che studierà gli effetti della legge Golfo-Mosca (la 120 del 2011), coordinato dal Dipartimento delle Pari opportunità, che ha come partner scientifico la Bocconi, ed è finanziato dal programma europeo Progress.

Viviane Reding, vicepresidente della Commissione europea, come ricorda Profeta, sta cercando di lanciare una proposta di legge europea sul tema delle quote e guarda con interesse alla legge italiana. "Il progetto ci aiuterà a capire benefici e vantaggi economici della leadership al femminile", spiega Profeta e "se i processi di selezione sono neutrali rispetto al genere oppure c'è discriminazione statistica. Probabilmente gli uomini tendono a selezionare uomini ed è la ragione per cui siamo arrivati alla legge. Costruiremo un esperimento con due gruppi, uno di controllo e uno di trattamento, tutti composti da individui simili, ovvero con Cv identici, ma che appartengono a generi diversi".

"Faremo inoltre un'analisi econometrica della legge italiana - continua Profeta - per capire se la qualità media dei board in cui siedono donne è migliorata. Il timore che la qualità media dei cda diminuisca con l'introduzione delle quote di rappresentanza di genere, un'obiezione spesso posta, non è mai stato verificato, ed è anche questo che proveremo a dimostrare: la legge opera una selezione migliore per tutti perché è un'occasione per ripensare la composizione dei board? L'asticella si alza per tutti?". (Public Policy)

LAP

© Riproduzione riservata