camere commercio

La proposta del Pd per avere centri storici ‘rinnovabili’

0
ROMA (Public Policy) - Adottare misure per tutelare il patrimonio artistico e culturale italiano, coniugando tradizioni e innovazione, sviluppo economico e crescita culturale. Come?...

Codice strada, ok emendamento M5s: le bici si potranno parcheggiare sui marciapiedi

0
ROMA (Public Policy) - Ok "al posteggio delle biciclette in aree riservate ai pedoni ove questa misura non rechi intralcio o pericolo" per "favorire...
Lo Spillo

Lo Spillo

0
Il programma "Terra ferma" di Renzi è un'operazione virtuosa che immette nel circuito economico denari attualmente congelati, che crea occupazione, che mira a difendere il territorio, ma che ha due difetti fondamentali: la logica spot-emergenziale e l'interventismo a macchia di leopardo
nucleare

Nucleare, nasce l’Osservatorio per lo smaltimento

0
ROMA (Public Policy)- È partita a tutti gli effetti l'attività dell'Osservatorio per la chiusura del ciclo nucleare, con lo scopo di garantire trasparenza e...
Rai

Dl Irpef, la Rai sarà ‘esonerata’ dalla riduzione delle spese operative

0
ROMA (Public Policy) - La Rai, in virtù del taglio da 150 milioni di euro disposto dal dl Irpef, sarà 'esonerata' dalla riduzione delle...
rai

Dl Irpef, ok a permesso cessione quote RaiWay e a taglio 150 milioni

0
ROMA (Public Policy) - "Ai fini dell'efficientamente, della razionalizzazione e del riassetto industriale nell'ambito delle partecipazioni detenute dalla Rai Spa, la società può procedere...
Si vota nell'Aula di Montecitorio il nuovo accordo sul Tav tra Italia e Francia. In tutto 1500 emendamenti dalle opposizioni, circa mille dal M5s e 500 da Sel

TAV, COMMISSIONE AMBIENTE LAVORA A PARERE: NESSUNA APERTURA A M5S

0
Enrico Borghi (Pd) a Public Policy: "Nessun punto di conciliazione" tra maggioranza e Movimento 5 stelle sulla realizzazione della linea ferroviaria Torino-Lione
banda larga

Banda larga, se le buone intenzioni danneggiano il mercato

0
Il piano di switch-off della rete di rame allo studio del governo appare come una via tortuosa per un fine semplice: rinazionalizzare il principale operatore di TLC, proprio quando esso è diventato una società ad azionariato diffuso (55% in mano ai fondi). Si potrebbe pensare che ciò sia un bene? A 20 anni dalla privatizzazione, è tangibile l’effetto proconcorrenziale di quella operazione, che comunque valse, se volessimo pensare al solo interesse dello Stato, 12 miliardi di euro
banda larga

Voucher e banda ultralarga, correva l’anno 2005

0
ROMA (Public Policy) - di Viola Contursi - Verrà erogato un voucher agli utenti che attivano servizi a banda ultralarga ad un velocità di...

Opinioni

Poker di scadenze: maggioranza allo showdown

0
di Massimo Pittarello ROMA (Public Policy) - I vertici di maggioranza continuano a slittare e l’agenda del premier è in costante evoluzione. Perché gli equilibri...