pittarello aula twist

Twist d’Aula Così uguali, così diversi

0
5 stelle e Lega sono i vincitori di queste elezioni politiche, ma entrambi non hanno una maggioranza autonoma, né da soli, né in coalizione. Eppure, entrambi rivendicano il diritto a guidare il prossimo Esecutivo, uno come primo gruppo parlamentare, l’altro come prima forza della coalizione più votata. E se aritmeticamente la cosa più ovvia sarebbe una somma tra i loro gruppi parlamentari, politicamente non c’è nessun interesse al matrimonio. Infatti, la Lega ha il suo cavallo di battaglia nella flat tax e quindi nel taglio delle tasse, mentre i 5 stelle puntano sul reddito di cittadinanza, quindi, almeno su questo aspetto, sull’aumento della spesa pubblica. E con tali divergenti obiettivi, almeno su questi temi, è difficile trovare un efficace sintesi di politica economica
che fare

La manovra (riscritta) vista dalle opposizioni. Che fare adesso?

0
di Lorenzo Castellani ROMA (Public Policy) – Il Governo ha concluso gli accordi con Bruxelles sulla manovra economica mostrando una moderazione che fino a poche settimane...
art bonus

Decreto Art bonus: un’autentica rivoluzione? (seconda parte)

0
Nonostante la riduzione degli adempimenti amministrativi per imprese e cittadini che intendano erogare fondi in favore dell’arte, disposto dalla circolare n.222/2012, l’iter procedimentale da seguire per poter godere delle agevolazioni fiscali previste resta comunque complesso. Anche in questo caso, il confronto con quanto avviene in Paesi diversi può fornirne evidenza
poletti

Lo Spillo

0
Ha ragione Poletti. Legare rigidamente il lavoro e la sua retribuzione solo all'orario è un "vecchio attrezzo". Il governo presenterà una legge ad hoc sullo "smart work" - da coordinare con le proposte simili di Pd e 5 stelle depositate alla Camera - che sarebbe nell'interesse di lavoratori e imprese, ma ci sono ostacoli sia ideologici sia pratici. Superarli, però, garantirebbe successi politici ed economici. Il lavoro flessibile esiste già - in Ducati, Microsoft, Intesa San Paolo, Barilla, Vodafone, nella stessa Fiat di Pomigliano, solo per fare qualche esempio - e sono le leggi, il fisco e la contrattazione che si devono adeguare
lobby

Una legge sulle lobby, per difenderle dalla politica

0
Una rondine non fa primavera, ma tre dichiarazioni di esponenti di tre forze politiche diverse (Roberto Fico, Riccardo Nencini, Valeria Valente) in pochi giorni fanno ben sperare perché la XVIII legislatura sia quella buona per fare, finalmente, la legge sulla rappresentanza di interessi. Se ne parla da anni, quasi sempre tirando in ballo l’esigenza di proteggere la politica da interessi opachi, occulti, e contrari al “bene comune”. Le mitologiche lobbies vengono ciclicamente raccontate come il gatto e la volpe della vita pubblica. Si tratta di un fenomeno reale e dannoso, ma limitarsi a questa parte della storia è due volte sbagliato, significa ripetere pari pari l’errore di chi racconta il mercato sempre dalla parte del piccolo produttore danneggiato

Dimmi che popolazione hai e ti dirò dove vai. Un’analisi demografica delle tensioni tra...

0
di Marco Valerio Lo Prete ROMA (Public Policy) - Nel 1094 a Kaifang, capitale della Cina durante il regno della dinastia Song, fu inaugurato un...
tabacco

Lo Spillo

0
Pagare meno, pagare tutti. Sulla pressione fiscale il refrain che a voce viene ripetuto come un mantra viene poi smentito dalla realtà dei fatti, a cominciare dai provvedimenti che Palazzo Chigi sta portando avanti sulle tasse indirette, quella forma di imposizione fiscale che colpisce indistintamente tutti, ricchi e meno ricchi, allo stesso modo. È infatti atteso in Consiglio dei ministri per la prossima settimana il decreto legislativo in attuazione della delega fiscale, in cui sarebbe previsto l'aumento delle accise sul tabacco, fino a raggiungere 500 milioni di euro di nuove entrate per l'Erario
simest

Lo Spillo

0
Anche nelle sedi istituzionali, come nei media, va di moda una controproducente competizione demagogica su chi "denuncia" di più, alzando inutili polveroni alla ricerca del consenso. Ultimo oggetto di "denuncia" è la Simest, una società pubblico-privata che sostiene le esportazioni delle imprese italiane nel mondo. Dopo Lega Nord e Movimento 5 stelle, ora ci pensa anche il Pd

Opinioni

Cosa scrive e pensa Peter Navarro, l’uomo che sussurra a Trump...

0
La Casa Bianca ha pubblicato di recente il documento che mette nero su bianco la propria “strategia” nei confronti della Cina. Dalla competizione tra...