Lo Spillo

0
Tanti i vincoli che paralizzano il Paese, ma i continui ricorsi alla giustizia amministrativa che bloccano ogni tentativo di migliorare qualità ed efficienza della pubblica amministrazione, sono tra i più nefasti. E questa abitudine di tirare sempre in mezzo un giudice, che ingolfa i tribunali con un uso personale e strumentale del diritto, andrebbe sanzionata e repressa. Perché la giustizia non è un giochino da subordinare alle esigenze particolari

Lo Spillo

0
La geografia è importante, ma da sola non basta. Per tutelare il Made in Italy, infatti, serve qualcosa in più di una semplice connotazione territoriale. E allora si può essere soddisfati per la conferma del primato italiano nel numero di riconoscimenti Dop e Igp conferiti dall'Unione europea a tutela di 261 prodotti agroalimentari. Così come si può essere soddisfatti per i successi delle attività di controllo svolte dal ministero delle Politiche agricole, che solo nei primi 8 mesi dell'anno annoverano 61 mila verifiche e sequestri di beni contraffatti per 32 milioni di euro. Ma non si può essere totalmente appagati

Lo Spillo

0
C’è lo stress motivato dalla realtà delle cose e quello dovuto alle suggestioni dei comportamenti. Così per gli “stress test” previsti in ottobre dalla Bce per la neonata unione bancaria europea, accade che prima della realtà a fare danni sia la suggestione. Infatti, mentre la Bce sta ancora negoziando con le banche dettagli e tempistiche dei test c’è chi, come Goldman Sachs, pretende di capire e sapere già tutto con qualche telefonata

Lo Spillo

0
Se l'intenzione del governo è ridurre il perimetro dello Stato o di eliminare iniziative pubbliche in perdita, l'azione da fare è quella sulle municipalizzate. Tra le circa 6.400 aziende che gli enti locali possiedono, infatti, una su quattro ha redditività negativa rispetto al capitale investito. Sono imprese che, legittimate dallo svolgimento di un servizio alla collettività, diventano poi luogo principe di clientelismo e favoritismi, senza contare l'effetto di distorsione sul mercato che producono

Lo Spillo

0
La contraddizione della Brebemi (la A35) , che prima ha voluto giocare la partita della concorrenza, e poi è corsa con gli avvocati dai giudici a causa di una pubblicità di Autostrade per l'Italia. Eppure, dovrebbe essere semplice quando ci si muove nel libero mercato: ognuno difende il proprio business, specialmente con pubblicità e marketing

Lo Spillo

0
Se anche i problemi più grandi - tra cui la separazione delle competenze di tutela del patrimonio culturale, in capo allo Stato, e quelle di promozione valorizzazione, in capo alle Regioni in concorrenza con lo Stato, o l'esistenza di 20 Regioni che promuovono l'Italia in altrettanti modi diversi di fronte ad un cinese - restano sul campo, il decreto cultura può lanciare una piccola rivoluzione

Lo Spillo

0
L'appello con cui star del calibro di Cate Blanchett, Micheal Caine, Jane Fonda, Harvey Keitel o Edward Norton chiedono al governo italiano di fermare le Grandi Navi a Venezia è tanto pirotecnico sul lato mediatico quanto poco solido nel merito, per la considerazione e l'analisi dei vari problemi - economici, occupazionali, sociali, infrastrutturali - che si vanno a toccare

Lo Spillo

0
Gli altri si muovono, noi stiamo fermi. Al massimo litighiamo. Mentre la Croazia ha appena ufficializzato l'asta per le trivellazioni nell'Adriatico per la ricerca e l'estrazione dei potenziali 3 miliardi di barili di idrocarburi che vi sono, mentre Francia, Spagna e Malta stanno per muoversi nel resto del Mediterraneo, l'Italia ancora non ha idea di come agire, nonostante la geografia la ponga proprio al centro del "Mare Nostrum". E questo non per una motivata tutela ambientale, ma per totale assenza di programmazione strategica.

Lo Spillo

0
Basterebbe uno sguardo Oltremanica per evitare che in Italia venga perpetuato il pasticcio sul taglio retroattivo agli incentivi al fotovoltaico. L'Alta corte di giustizia del Regno Unito ha infatti riconosciuto un risarcimento di 132 milioni di sterline (167 milioni di euro) a quattordici imprese del fotovoltaico in seguito al dimezzamento degli incentivi al settore deciso nel dicembre 2011 dal Dipartimento dell'energia di Londra

Lo Spillo

0
Il sistema degli ammortizzatori sociali in vigore è un sistema vecchio, ancorato a superate logiche di relazioni industriali basate sulla novecentesca dicotomia lavoratore-padrone e che richiede ogni anno maggiori stanziamenti finanziari da parte dello Stato i quali raramente innescano qualche effetto virtuoso sull'economia. Lo stesso accade anche nel 2014, visto che per coprire le erogazioni della cassa integrazione del 2013 sono stati recuperate risorse dal bilancio di quest'anno

Opinioni

Gli azzeccagarbugli del fine vita. Parlamento cercasi

0
di Carmelo Palma ROMA (Public Policy) – Sul tema del fine vita da parecchi anni l’inerzia del legislatore nazionale ha spinto prima le corti giudiziarie...