poletti

Lo Spillo

0
Ha ragione Poletti. Legare rigidamente il lavoro e la sua retribuzione solo all'orario è un "vecchio attrezzo". Il governo presenterà una legge ad hoc sullo "smart work" - da coordinare con le proposte simili di Pd e 5 stelle depositate alla Camera - che sarebbe nell'interesse di lavoratori e imprese, ma ci sono ostacoli sia ideologici sia pratici. Superarli, però, garantirebbe successi politici ed economici. Il lavoro flessibile esiste già - in Ducati, Microsoft, Intesa San Paolo, Barilla, Vodafone, nella stessa Fiat di Pomigliano, solo per fare qualche esempio - e sono le leggi, il fisco e la contrattazione che si devono adeguare
pittarello aula twist

Twist d’Aula (speciale lessico referendario)

0
Scrofa ferita, accozzaglia, serial killer. Personalizzare, spersonalizzare. Momento storico, la madre di tutte le battaglie, l’ultima occasione, entrare nel merito. Il plebiscito, la Schiforma, le cavallette, l’immobilismo, la paura del 4 dicembre, cosa succede il 5, il ricatto della governabilità, il colpo di Stato, i carabinieri. Combinato disposto, spacchettare, sei letture, il quorum. Velocità della produzione legislativa, bicameralismo paritario, doppia fiducia, navetta parlamentare, legislatura costituente, Assemblea costituente, abolizione del Cnel, (non) abolizione delle Province, funzioni delle Camere, dopolavoro ferroviario, l’appello, i comitati

L’epoca dell’irrilevanza della credibilità in politica

0
di Leopoldo Papi ROMA (Public Policy) - Al di là di ogni considerazione politica, giuridica, istituzionale sulla crisi appena conclusa e la nascita del nuovo...
ue

La (dis)Unione europea: da Merkel-Macron alla manovra italiana

0
di Lorenzo Castellani ROMA (Public Policy) - Due avvenimenti hanno caratterizzato queste settimane a livello europeo: la proposta di realizzare un Fondo per gli investimenti...
banda larga

Banda larga, se le buone intenzioni danneggiano il mercato

0
Il piano di switch-off della rete di rame allo studio del governo appare come una via tortuosa per un fine semplice: rinazionalizzare il principale operatore di TLC, proprio quando esso è diventato una società ad azionariato diffuso (55% in mano ai fondi). Si potrebbe pensare che ciò sia un bene? A 20 anni dalla privatizzazione, è tangibile l’effetto proconcorrenziale di quella operazione, che comunque valse, se volessimo pensare al solo interesse dello Stato, 12 miliardi di euro
pittarello aula twist

Twist d’Aula

0
Se vincesse il “No” al referendum sarebbe inevitabile una grande coalizione che, oltre alla legge elettorale, dovrebbe occuparsi di ricapitalizzazione di Mps e Unicredit, migranti, vincoli europei e, tra le tante altre cose, le nomine nelle grandi partecipate pubbliche. Ecco, allora, che Silvio Berlusconi potrebbe tornare protagonista. Lui non aspetta altro che potersi prendere la rivincita dalla sonora “epurazione” del 2013, di cui sconta ancora gli effetti (e non è un caso che la Bce abbia vietato a Fininvest di detenere il 30% di Banca Mediolanum). Per esempio, riallacciando i rapporti con Mosca sui temi energetici. Per questo, però, ha bisogno di un governo “non ostile”
Lo Spillo - di Enrico Cisnetto

Lo Spillo

0
Il decreto "Destinazione Italia" diventa legge seppur in modo piuttosto 'sterile'. Con 121 voti favorevoli e 91 contrari l'Aula del Senato ha approvato un provvedimento che interviene su molteplici settori con normative che rispecchiano la logica della "politica del cacciavite" professata da Enrico Letta.
Lo Spillo

Lo Spillo

0
Importare, ma non produrre. Usare, ma senza sviluppare. La Sen, "Strategia energetica nazionale", continua ad essere per l'Italia una lancinante fonte di delusione. Ieri il ministero dello Sviluppo economico ha ribadito nero su bianco che nel Belpaese non è previsto il rilascio di nemmeno una licenza per la ricerca e lo sfruttamento dello shale gas
zingaretti

Roma-Lazio andata e ritorno

0
di Massimo Pittarello ROMA (Public Policy) - A volte le cose piccole aiutano a meglio interpretare quelle più grandi. E a guardare il recente passato,...
ilva

Lo Spillo

0
Il problema Fincantieri non è certo risolto, visto che Palazzo Chigi è intervenuto perché quelli di Monfalcone sono stati etichettati come "impianti strategici", mentre nulla cambia per tutti quelli che non lo sono o non vengono definiti tali. L'intervento ha permesso a 5mila lavoratori di tornare al loro posto e a Fincantieri di continuare nella produzione. Bene, ma cosa sarebbe successo se i lavoratori fossero stati 500 o 50? E se l'azienda fosse stata una Brambilla qualsiasi?

Opinioni

I record della popolazione europea che in pochi vogliono discutere

0
In Europa non ci sono mai stati tanti lavoratori come quest’anno e nel mondo non ci sono mai stati tanti Europei come oggi. I...