auto

Lo Spillo

0
Solo qualche anno fa assicurare un'automobile era molto più costoso e complicato di oggi. Poi, per fortuna, sono arrivate le "lenzuoulate" di Bersani, cioè liberalizzazioni che, pur senza risolvere tutti i problemi, hanno reso il mercato più trasparente e competitivo, più efficienti le compagnie, meno tartassati i cittadini. Ora, perché non estendere quelle liberalizzazioni (e i loro frutti) a tutto il settore assicurativo, visto che proprio questo dovrebbe essere lo scopo del ddl Concorrenza, attualmente all'esame della 10a commissione del Senato?
aula camera montecitorio

Twist d’Aula

0
In un’aula deserta, dopo tre anni di rinvii, arriva a Montecitorio la legge sul biotestamento, che non riguarda l’uso di farmaci letali, ma solo il diritto a rifiutare le cure quando si è ancora in grado esprimere una volontà, prima di diventare dei vegetali. Insomma, garantire al malato le stesse possibilità di uno sano, in modo di non aggiungere al danno della patologia la beffa dell’impotenza. Una legge che manca solo in Italia e che dovrebbe codificare quanto già si fa, ma non si dice, visto che talvolta i cittadini sono molto più avanti della classe politica. In aula sono attesi una cascata di emendamenti e ore di acceso dibattito
ue crisi

Dati alla mano, così la crisi ha cambiato gli equilibri in Europa. L’Italia va...

0
di Marco Valerio Lo Prete ROMA (Public Policy) – Roma. Euroscettici contro euroentusiasti, filotedeschi contro anti-tedeschi, sovranisti contro internazionalisti, pessimisti contro ottimisti. Quando si parla...
poltrone senato

Lo Spillo – Le lobby, il Far West e la caccia alle streghe

0
La rappresentanza di interessi è sempre esistita e sempre esisterà. In tutto il mondo, da Washington a Bruxelles, è accettata, istituzionalizzata e regolamentata. L’Italia è uno dei pochissimi Paesi che ha finora lasciato tutto nella più totale indeterminatezza nonostante le decine di proposte in materia, aprendo da una parte alle peggiori nefandezze, dall’altra alla criminalizzazione di attività lecite ovunque
soldi def

Sussidi pubblici e tax expenditure, una proposta Radicale

0
Il mare di sussidi pubblici, molti dei quali in forma di spesa fiscale, rispecchia un forte interventismo dello Stato nell’economia anche in assenza di partecipazioni pubbliche, e probabilmente rispecchia l’ipertrofia stratificata e polverizzata della nostra attività legislativa, piena di facilitazioni a questa o quella categoria, spesso senza una coerenza tra misure. La relativamente piccola dimensione di molte delle misure prese singolarmente, ognuna delle quali ha però beneficiari pronti a protestare, probabilmente concorre alla difficoltà nell’aggredire questa forma di spesa. I sussidi in forma di trasferimenti di Stato centrale e regioni alle aziende valevano oltre 41 miliardi nel 2011
svizzera

Lo Spillo

0
Gli accordi di cooperazione fiscale di questa settimana con Svizzera e Liechtenstein che mettono fine all'inviolabilità del segreto bancario sono il risultato di un lavoro, cominciato nel 2008 all'indomani del crack finanziario, quando la finanza internazionale è finita sotto accusa e i movimenti dei capitali hanno iniziato ad essere maggiormente verificati e analizzati a livello planetario. Rallegriamoci dunque degli accordi raggiunti, ma restiamo consapevoli che godiamo di meriti che non sono (solo) i nostri
pittarello aula twist

Twist d’Aula “Avanti” sul debito, ma sul serio stavolta

0
Il nuovo libro di Matteo Renzi si chiamerà “Avanti”, più che a ricordare il quotidiano socialista, a scimmiottare la campagna “En Marche!” di Macron. E gli spifferi dicono che, oltre ad aver posticipato l’uscita prevista entro il 23 maggio per una revisione dell’ultimo minuto, tra le proposte principali c’è n’operazione straordinaria per il taglio del debito pubblico, giunto a fine 2016 a quota a 2.217,7 miliardi di euro, il 132,8% del pil. Questo è uno dei temi che l’ex premier vorrebbe cavalcare per riconquistare Palazzo Chigi. Intanto, mentre alla Camera si dibatte di legge elettorale e al Senato dei dettagli della manovrina questo enorme fardello continua a crescere ininterrottamente
banca

Lo Spillo

0
La rivoluzione delle banche popolari, promessa dal governo Renzi, ha il segno dell'improvvisazione se non del colpo di mano, ignora gli studi in corso per l'autoriforma e, soprattutto, dalla mattina alla sera mette sul mercato istituti solidi e appetibili, rendendoli scalabili. Già, scalabili da chi? Dalle banche maggiori? Impossibile, sono già fin troppo grandi sul mercato domestico. Possono unirsi tra loro? Forse, anche se non sarà la trasformazione in spa che farà loro superare antiche diffidenze e ostilità. La cosa più probabile, ahi noi, è che a scalarle siano soggetti esteri
energia

Lo Spillo

0
Un giro a vuoto con esito negativo. Questo il rischio che corre il "decreto competitività" del governo per quanto riguarda l'energia, dove è prevista una riduzione, dal 2015, del 10% del costo della bolletta elettrica delle piccole e medie imprese che hanno un'utenza superiore a 16,5 kilowatt, cioè 700 mila soggetti, il 15% del totale. Costo 1,5 miliardi, di cui 700 milioni stanziati direttamente dall'esecutivo e 800 che dovrebbero derivare da un taglio retroattivo degli incentivi già stabiliti negli anni scorsi per chi produce fotovoltaico
cgil sindacato

Lo Spillo

0
L'intenzione, probabilmente, era soltanto quella di mandare un messaggio che suonasse come musica alle orecchie dell'elettorato moderato, verso il quale sente di aver un po' perso la capacità attrattiva proprio alla vigilia delle regionali. Ma l'uscita di Renzi sul "sindacato unico" rivela tutta la fragilità della politica italiana, ferma a dibattiti tanto vecchi quanto inutili. Da un lato c'è l'infelicità di quella parola, "unico", termine equivoco che presta facilmente il fianco a speculazioni. Dall'altro lato, sconforta la reazione, improntata al solito riflesso condizionato del "politicamente corretto"

Opinioni

Piccole “rivoluzioni capitaliste” nella Cina alle prese con il coronavirus

0
-- Intere metropoli in quarantena. Ospedali costruiti a tempo di record. Così il Partito comunista cinese sfoggia i muscoli del suo dirigismo per limitare i...