Resocónto – Poi getta la spugna con gran dignità

0
di Gaetano Veninata ROMA (Public Policy) - Gliela faranno vedere loro, ad Amato e alla Consulta. Ah sì, ora li sentiranno. Non vi piacciono come...

La variante e i partiti: il Covid torna centrale // Nota politica

0
di David Allegranti ROMA (Public Policy) – Per la seconda settimana di fila è l’emergenza sanitaria a riconquistare l’attenzione del Palazzo. Non che sia mai...

Twist d’Aula

0
di Massimo Pittarello ROMA (Public Policy) - Fermate tutto, andiamo al voto. Le campagne elettorali costano soldi e fatica, ma anche il rallentamento delle attività...

DL PA, VIA LIBERA DEL SENATO. ECCO TUTTE LE MODIFICHE /SCHEDA

0
Il dl Pubblica amministrazione è stato licenziato dall'Assemblea di Palazzo Madama dopo quasi un mese di lavori parlamentari: ecco le principali novità

Twist d’Aula

0
Poteva essere migliore, certo, ma il Jobs Act degli autonomi rappresenta la prima formalizzazione legislativa dopo tanto tempo delle regole sul lavoro non dipendente: diritto alla maternità, divieto di pagamenti oltre i 60 giorni, possibilità di sospendere i lavori in caso di infortunio o malattia, sicurezza sul lavoro sono solo alcuni degli interventi. Eppure c’è qualcuno che non è d’accordo, qualcuno che non ti aspetti. Per queste regole tanto attese, caso più unico che raro, a Palazzo Madama c’è stata la convergenza tra centristi, Pd, il silenzio-assenso dei 5 stelle e il placet di Forza Italia. L’ostruzionismo, invece, arriva proprio dal mondo imprenditoriale, da quella che si autodefinisce “la parte attiva del Paese”

Resocónto – Il futuro è adesso

0
di Gaetano Veninata ROMA (Public Policy) - Bene. Adesso che finalmente la squadra di Governo (dei migliori ma senza Migliore) è al completo; adesso che...

Twist d’Aula Tre mesi per la commissione Inchiesta banche (ferie incluse)

0
Se la nuova legge elettorale verrà approvata e se in autunno si andrà alle urne, anche qualora fosse istituita, la Commissione di inchiesta sulle banche avrebbe tre mesi di tempo, ferie comprese. E se già era in dubbio si potesse arrivare a qualche conclusione entro la primavera del 2018, in sette-otto mesi, il fallimento è una certezza. Soprattutto, i pochi giorni di lavoro a disposizione sarebbero utilizzati solo a scopo propagandistico, proprio durante la campagna elettorale. Un precedente inedito nella storia repubblicana. Con l’evidente conseguenza che la verità sarebbe l’ultima tra le priorità

Resocónto – Retroscena (dal 4 marzo al 4 maggio)

0
di Gaetano Veninata ROMA (Public Policy) - "Prendete un giornale. Prendete le forbici. Scegliete nel giornale un articolo della lunghezza che desiderate per la vostra...

Resocónto – Lapsus

0
di Gaetano Veninata ROMA (Public Policy) - "Presidente, io, ma spero che vogliano intervenire anche gli altri miei colleghi abruzzesi, non solo di opposizione ma...

#Stradeblog // Quali numeri e conseguenze avrebbe avuto l’Italicum a Londra

0
ROMA (Public Policy / Stradeonline.it) - di Piercamillo Falasca e Michele De Vitis - Come sarebbero andate le elezioni nel Regno Unito se avessero usato come sistema...

Opinioni

Davvero tutte le liste alleate Pd sono esonerate dalla raccolta firme?

0
di Carmelo Palma ROMA (Public Policy) – Tra i problemi che Letta si troverà presto ad affrontare, uno dei meno considerati, ma dei più delicati...