Il glutine viene criminalizzato, secondo il Crea

0
pasta

ROMA (Public Policy) – “È necessario ridare fiducia e sostegno al settore del frumento duro e della pasta, il fiore all’occhiello dell’agroalimentare italiano”.

Lo ha detto il vicedirettore del Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria (Crea), Pasquale De Vita, in audizione davanti alla commissione Agricoltura della Camera sulle iniziative per la tutela del settore del grano duro.

“Il frumento duro e la pasta sono sotto attacco da anni perché la criminalizzazione che viene fatta del glutine contribuisce a limitare il consumo di pasta” ha aggiunto, sottolineando che “i livelli di prezzo sono molto bassi, c’è uno stato agitazione che riguarda tutti i livelli di produzione, sia gli agricoltori sia il resto dell’industria di trasformazione”.

continua – in abbonamento

FLA