“Gli imprenditori italiani sono quelli che leggono meno”

0
libri

ROMA (Public Policy) – “I Paesi che investono di più in cultura, in particolare in istruzione e ricerca, sono i Paesi dove c’è la maggiore crescita, la minore disoccupazione e il minor numero di ‘neet’. E poi, anche sul potere d’acquisto, che è più interessante rispetto al reddito, la classifica è uguale: in testa ci sono Svezia e Danimarca”.

Lo ha detto Giuseppe Laterza, presidente della casa editrice Laterza, nel corso di un’audizione davanti alla commissione Cultura della Camera nell’ambito dell’indagine conoscitiva sulle buone pratiche della diffusione culturale.

Gli imprenditori italiani – ha aggiunto Laterza – sono quelli che leggono meno in Europa. Come lo sappiamo? Dai libri professionali. In assoluto, i libri meno letti in Italia sono quelli professionali. Perchè i nostri imprenditori vanno a ‘intuito’, diciamo così. Sono geniali come tutto il resto del Paese”.

continua –in abbonamento

PAM