I numeri del Mibac sul Fondo unico per lo spettacolo: Lombardia in testa

0
cinema teatro

ROMA (Public Policy) – In termini assoluti e percentuali, la Lombardia è la regione che nel 2017 ha ricevuto più fondi per lo spettacolo: 52 milioni e 380mila euro, pari al 15,57% del totale, seguita da Lazio (49,7 milioni pari al 14,78%) e Veneto (37,8 milioni pari all’11,8%). Oltre la Valle d’Aosta (14mila euro), l’altra regione che ne ha ricevuti di meno è il Molise: 86mila euro, divisi in 2 contributi, che valgono lo 0,03%. È questo uno dei dati più rilevanti che emerge dalla relazione del Mibac sull’utilizzazione del Fondo unico per lo spettacolo, il Fus, e sull’andamento complessivo dello spettacolo per il 2017, pubblicata sul sito del dicastero.

I soggetti del Lazio ricevono il numero più alto di contributi: 134 contributi e 49milioni e 718mila euro. Più di 80 contributi, si legge nel documento ministeriale, “sono destinati rispettivamente anche sia ai soggetti dell’Emilia Romagna e a quelli della Toscana, rispettivamente 85 e 82, mentre meno di 10 vanno rispettivamente ai beneficiari della Calabria (7), del Molise (2) e della Valle d’Aosta (1)”.

Un importo maggiore di 25 milioni di euro è assegnato rispettivamente a Veneto (37,8 milioni di euro), Emilia-Romagna (28,8 milioni di euro) e Toscana (28,3 milioni di euro) mentre meno di 100 mila euro vanno in Molise e Valle d’Aosta, rispettivamente poco più di 86mila euro e 14mila.

QUATTRO REGIONI PRENDONO 50% FUS

Lombardia, Lazio, Veneto e Emilia-Romagna ricevono complessivamente il 50,18% del totale del Fus assegnato per il 2017 per attività di spettacolo dal vivo.

DIMINUZIONI E AUMENTI RISPETTO A 2016

Rispetto al 2016, il contributo assegnato è diminuito per i soggetti del Molise, della Calabria, del Friuli-Venezia Giulia e della Sicilia, mentre è aumentato per i soggetti delle altre regioni.

continua –in abbonamento

IAC