Il Pd ha presentato un esposto sull’aumento delle tariffe telefoniche

0
36
iphone smartphone

ROMA (Public Policy) – Il Pd ha presentato un esposto all’Agcom e all’Antitrust “in modo da  impedire che le compagnie telefoniche facciano cartello e aumentino le tariffe, a totale discapito di consumatori ignari dei loro giochetti”. Lo dicono in una nota i parlamentari dem Alessia Morani, Simona Malpezzi, Stefano Esposito e Alessia Rotta.

“Le compagnie telefoniche stanno continuando a fare cartello per provare a giustificare un incredibile aumento delle tariffe dell’8,6% che avevano mascherato con il trucchetto delle fatture a 4 settimane – commentano gli esponenti Pd – Una legge approvata dal Parlamento obbliga le società a tornare alla fatturazione mensile, come accade in tutta Europa, e qui si svela il bluff: le compagnie stanno inviando agli utenti una comunicazione che punta a strumentalizzare la novità legislativa allo scopo di coprire, per la seconda volta, l’aumento delle tariffe”.

“Non è vero – aggiungono – che il ritorno alle 12 mensilità comporta un aumento dei costi, è invece vero che le compagnie hanno variato unilateralmente le tariffe passando alla modalità di pagamento a 4 settimane e che ora, non sapendo come fare, attribuiscono alla legge un costo che avevano maggiorato di nascosto e che era già esistente: è una doppia bugia.  In più fanno il solito cartello: le compagnie telefoniche si sono accordate e stanno attuando le medesime modalità, così che è praticamente impossibile per l’utente sfuggire all’aumento della tariffazione”. (Public Policy) RED