Soppresse le sanzioni per le trivelle (ma c’è un perché)

0
4
idrocarburi

ROMA (Public Policy) – Eliminare dal collegato ambientale il secondo comma dell’articolo 2 che introduce sanzioni penali a chiunque avvii la produzione di un impianto per operazioni in mare nel settore degli idrocarburi in carenza delle prescrizioni previste nella direttiva 2013/30/Ue.

È questo lo scopo di un emendamento soppressivo presentato dal relatore, Stefano Vaccari (Pd), al ddl collegato ambientale, approvato in aula al Senato.

La soppressione della norma “si rende necessaria in quanto ormai superata dall’emanazione del decreto legislativo 18 agosto 2015, n. 145 (il cosiddetto dlgs idrocarburi per la sicurezza delle operazioni in mare; Ndr) che – spiega la relazione illustrativa – nel dare attuazione alla citata direttiva, all’articolo 32 disciplina nel dettaglio il sistema sanzionatorio nei confronti dei soggetti che non si attengono alle prescrizioni ivi previste”. (Public Policy) NAF