Sen, il Senato chiede un coordinamento unico

0
energia gnl gas

ROMA (Public Policy) – “Prevedere la revisione del sistema di governance nel settore energetico, individuando un soggetto unico in grado di coordinare e semplificare l’insieme delle azioni e delle misure già previste nell’ambito dell’attività dei vari ministeri coinvolti nonché di altri enti pubblici,per rendere più efficace e produttiva la realizzazione delle diverse azioni”.

È uno degli impegni per il Governo contenuto nella risoluzione proposta dal relatore Stefano Vaccari (Pd) e approvata in commissione Ambiente al Senato, al termine del ciclo di audizioni sull’affare assegnato riguardante i profili ambientali della nuova Strategia energetica nazionale (Sen). La richiesta di un soggetto unico di coordinamento è arrivata da diversi soggetti nel corso delle audizioni.

Inoltre la 13a commissione impegna il Governo “a definire politiche di decarbonizzazione rafforzate, supportate anche da un’adeguata e coerente fiscalità ambientale, per rendere più convenienti le fonti rinnovabili con incentivi impliciti ai combustibili alternativi e all’efficienza, in grado di sostenere il raggiungimento degli obiettivi europei sull’economia circolare, di rilanciare il sistema degli Ets, rivedendo il sistema delle accise sulla base delle emissioni di Co2″.

continua –in abbonamento

NAF